IL PANORAMA MUSICALE ITALIANO NELLA PRIMA METÀ DEL XX SECOLO: PAOLO SOMIGLI IN CONFERENZA ALL’IIC DI TORONO

IL PANORAMA MUSICALE ITALIANO NELLA PRIMA METÀ DEL XX SECOLO: PAOLO SOMIGLI IN CONFERENZA ALL’IIC DI TORONO

TORONTO\ aise\ - Mercoledì prossimo, 26 aprile, l’Istituto Italiano di Cultura di Toronto ospiterà il docente Paolo Somigli (Libera Università di Bolzano) che terrà una conferenza sul tema “Il panorama musicale italiano nella prima metà del XX secolo. L'influenza delle opere di Arnold Schönberg”.
Arnold Schönberg - artefice di un profondo rinnovamento nella musica del Novecento mediante la “libera atonalità” e il metodo di composizione coi dodici suoni – ricevette viva attenzione da parte del mondo culturale e musicale italiano fin dagli anni Dieci. La pubblicistica musicale informava sulla sua figura e la sua opera; frammenti da suoi scritti circolavano tradotti in recensioni, articoli, saggi, trattati. Tale recezione risentiva del clima ideologico e culturale coevo. All’indomani della Liberazione, l’assestamento del mondo culturale in senso antifascista incise anch’esso sulla recezione italiana del compositore ed esercitò di fatto un’azione di tipo retrospettivo anche sulla recezione nei decenni precedenti.
Paolo Somigli è ricercatore in Musicologia e Storia della musica e professore aggregato nella Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano. È PhD in discipline musicologiche (Roma “La Sapienza”, 2003) e Diplomato in pianoforte. Tra i suoi temi d’indagine il rapporto tradizione/contemporaneità, la recezione italiana della dodecafonia, la musica d’arte americana. Conduce attualmente una ricerca sulla recezione italiana di Schönberg e la sua incidenza sulla didattica musicale in Italia. È redattore capo e direttore editoriale di “Musica Docta”. Tra le sue pubblicazioni sulla dodecafonia in Italia La schola fiorentina (Firenze 2011).
La conferenza inizierà alle 18.30 nella sede dell’Istituto. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi