LEGGE DI BILANCIO: PIÙ RISORSE A COMITES E CULTURA NEGLI EMENDAMENTI APPROVATI DALLA COMMISSIONE ESTERI

LEGGE DI BILANCIO: PIÙ RISORSE A COMITES E CULTURA NEGLI EMENDAMENTI APPROVATI DALLA COMMISSIONE ESTERI

ROMA\ aise\ - Nella seduta di ieri la Commissione Affari Esteri della Camera ha proseguito, in sede consultiva, l’esame della Legge di Bilancio, limitatamente alle parti di competenza. Alla presenza del vice ministro degli esteri Mario Giro, la Commissione ha votato i 22 emendamenti presentati dai vari schieramenti politici.
Tra quelli approvati anche quello dei deputati Pd eletti all’estero che corregge il cosiddetto emendamento omnibus approvato in Senato. Nell’emendamento si aumentano le risorse destinate a lingua e cultura, ai Comites e alla stampa italiana all’estero.
Questo il testo.
Sostituire il comma 165 con il seguente:
165. A favore degli italiani nel mondo e per rafforzare gli interessi italiani all'estero, sono autorizzati i seguenti interventi:
a) la spesa di 2 milioni di euro per l'anno 2018 e 2 milioni di euro a decorrere dall'anno 2019, per la promozione della lingua e cultura italiana all'estero, con particolare riferimento al sostegno degli enti gestori dei corsi di lingua e cultura italiana all'estero;
b) la spesa di 400.000 euro per l'anno 2018, a favore del Consiglio generale degli italiani all'estero. All'articolo 19-bis, comma 1, del decreto-legge 24 aprile 2014, n.66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n.89, la lettera e) è abrogata;
c) la spesa di 1 milione di euro per l'anno 2018, a favore dei Comitati degli italiani all'estero;
d) la spesa di 600.000 euro a decorrere dall'anno 2018, per adeguare le retribuzioni del personale di cui all'articolo 152 del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n.18, ai parametri di riferimento di cui all'articolo 157 del medesimo decreto;
e) la spesa di 400.000 euro a decorrere dall'anno 2018, a favore delle agenzie di stampa specializzate per gli italiani all'estero che abbiano svolto tale servizio per il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale da almeno cinque anni;
f) la spesa di 1 milione di euro per l'anno 2018, ad integrazione della dotazione finanziaria per contributi diretti in favore della stampa italiana all'estero, di cui all'articolo 1-bis del decreto-legge 18 maggio 2012, n.63, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 luglio 2012, n.103;
g) la spesa di 1,5 milioni di euro per l'anno 2018, 1,5 milioni di euro per l'anno 2019 e 2 milioni di euro per l'anno 2020 a favore delle Camere di commercio italiane all'estero.
Conseguentemente, alla Tabella A, voce: Ministero dell'economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni:
2018: –2.900.000;
2019: –2.000.000;
2020: –2.500.000”.
Via libera della Commissione anche ad un altro emendamento dei sei deputati Pd eletti all’estero, per aumentare le risorse da destinare ai connazionali in Venezuela.
“Al comma 165 aggiungere, in fine, la seguente lettera:
g-bis) la spesa di 1,5 milioni di euro per l'anno 2018, ad integrazione delle misure in corso di applicazione, a sostegno della particolare condizione di emergenza riguardante gli italiani residenti in Venezuela, con particolare considerazione per quelli esposti a situazioni di disagio sociale.
Conseguentemente, alla Tabella A, voce: Ministero dell'economia e delle finanze, apportare la seguente variazione:
2018: –1.500.000”. 

Queste variazioni passeranno al vaglio della Commissione Bilancio della Camera, cui la Commissione Esteri ha inviato ieri la relazione approvata in seduta(aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi