LA RIVISTA/ I SOCIAL MEDIA E I BIAS COGNITIVI, OVVERO: COME FACEBOOK DISTORCE LA FORMAZIONE DELLE OPINIONI – DI NICO TANZI

ZURIGO\ nflash\ - “Due miliardi di utenti. Due ore al giorno in media trascorse sulle sue pagine. Le dimensioni di Facebook portano sempre più a chiedersi che influenza ha il fenomeno “social” sullo svolgimento della vita democratica. Per gli ottimisti: un luogo dove si può discutere ogni argomento con estrema facilità, uno strumento ideale per sviluppare il confronto fra posizioni e punti di vista diversi. Dieci anni dopo l’ingresso di Facebook fra le piattaforme web più visitate al mondo, si può dire che le cose non sono andate esattamente così – come dimostrano le estenuanti litigate, spesso piene di volgarità e violenza verbale, che si svolgono sulle sue bacheche”. Queste le riflessioni che Nico Tanzi affida alla sua rubrica su “La rivista”, mensile diretto a Zurigo da Giangi Cretti. (nflash) 

Newsletter
Archivi