AUMENTA LA TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE EUROPEA SUI MERCATI MONDIALI

AUMENTA LA TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE EUROPEA SUI MERCATI MONDIALI

BRUXELLES\ aise\ - La Commissione europea ha pubblicato giovedì scorso l'ultima relazione sulla tutela e l'applicazione dei diritti di proprietà intellettuale nei paesi terzi. Nonostante i miglioramenti verificatisi dopo la pubblicazione della precedente relazione, permangono preoccupazioni, margini di miglioramento e interventi da compiere
Le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale in tutto il mondo costano alle imprese europee miliardi di euro di mancato guadagno e mettono a rischio migliaia di posti di lavoro. La nuova relazione individua tre gruppi di paesi sui quali l'UE concentrerà la propria azione: 1) Cina; 2) India, Indonesia, Russia, Turchia, Ucraina; 3) Argentina, Brasile, Ecuador, Malesia, Nigeria, Arabia Saudita e Tailandia.
"La protezione della proprietà intellettuale, che comprende i marchi commerciali, i brevetti e le indicazioni geografiche, è fondamentale per la crescita economica dell'UE e per la sua capacità di favorire l'innovazione e di restare competitiva sulla scena mondiale”, sottolinea Phil Hogan, Commissario per il Commercio. “L’82% di tutte le esportazioni dell'UE proviene da settori che dipendono dalla proprietà intellettuale. Le violazioni della proprietà intellettuale, come il trasferimento forzato di tecnologie, il furto di proprietà intellettuale, la contraffazione e la pirateria mettono a repentaglio ogni anno centinaia di migliaia di posti di lavoro nell'UE. Le informazioni raccolte nella relazione ci consentiranno di proteggere ancor più efficacemente le imprese e i lavoratori dell'UE contro le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, come la contraffazione o la pirateria dei diritti d'autore".
Le industrie che fanno un uso intensivo della proprietà intellettuale hanno creato circa 84 milioni di posti di lavoro in Europa e prodotto il 45% del PIL complessivo dell'UE nel periodo 2014-2016. Sistemi di proprietà intellettuale efficienti, ben strutturati ed equilibrati sono fondamentali per promuovere gli investimenti, l'innovazione, la crescita e le attività commerciali globali delle nostre imprese. (aise) 

Newsletter
Archivi