BRASILE: DIPLOMAZIA ECONOMICA IN ATTO

BRASILE: DIPLOMAZIA ECONOMICA IN ATTO

ROMA – focus\aise – L’Ambasciata d’Italia in Brasile con il supporto della rete consolare continua l’opera di diplomazia economica in favore delle aziende italiane presenti nel Paese sudamericano o che lì vogliano approdare.
L’amministratore delegato del gruppo minerario brasiliano Vale, Eduardo Bartolomeo, ha incontrato nei giorni scorsi circa sessanta rappresentanti di imprese italiane nella sede del Consolato Generale d’Italia a Rio de Janeiro. L’evento, promosso dall’Ambasciata d’Italia a Brasilia, ha avuto per obiettivo di presentare il gruppo Vale alle imprese italiane, con particolare riferimento alla possibilità di sviluppare affari e rapporti di collaborazione quale fornitori.
L’incontro "ha rappresentato un’innovazione rispetto all’approccio finora seguito dall’Ambasciata, prevalentemente focalizzato nella promozione di grandi eventi di sistema o incontri tra le imprese italiane con rappresentanti di Governo o autorità pubbliche", ha dichiarato l’ambasciatore Antonio Bernardini in apertura dell’evento. "La rilevanza economica di Vale, una delle principali imprese minerarie del mondo, presente in 30 Paesi, ci ha spinto a considerare l’opportunità di promuovere un incontro tra imprese private, al fine di promuovere nuove possibilità di business per le numerose imprese italiane che offrono know-how e tecnologie avanzate e che possono contribuire alla crescita di Vale in un’ottica di complementarietà economica".
Secondo dati pubblicati dal Ministero dell’Economia brasiliano, nel 2018 l’Italia è diventato il principale investitore i Brasile tra i Paesi che hanno firmato un memorandum d’intesa in materia di facilitazione di investimenti (Stati Uniti, Cina, Giappone, Francia e Italia). Sul piano qualitativo, le imprese italiane hanno ormai acquisito un ruolo di primo piano in settori strategici per l’economia brasiliana, come energia, telecomunicazioni, acciaio, autostrade e produzione automobilistica. Secondo un recente censimento effettuato dall’Ambasciata d’Italia, in Brasile operano circa 1.000 filiali di imprese italiane, un incremento del 20% rispetto al precedente censimento effettuato nel 2013.
In attesa del Festival di Cultura e Gastronomia di Gramado, che nel 2020 omaggerà l’Italia, la città alle porte di Porto Alegre ha organizzato ieri una degustazione di cibo e vini italiani all’interno di uno scenario cinematografico: "Anteprima 2020" il titolo dell’evento che ha deliziato i palati con piatti, vini e prodotti italiani. L’iniziativa ha visto l’appoggio del Consolato Generale d’Italia a Porto Alegre.
Ospiti d’onore della serata Gianluca Belli, chef decorato con Stella Michelin del ristornate Tivoli a Cortina D’Ampezzo, e Monica Rossetti, enologa che ha armonizzato le portate col vino di diverse regioni italiane. Il tutto nello scenario del Parque Olivas, a Gramado - Porto Alegre.
L’impegno dell’Ambasciata non si ferma all’interno dei confini brasiliani. La sede diplomatica di Brasilia ha infatti realizzato, in collaborazione con GMventure e KPMG, una guida per gli operatori italiani dal titolo "Doing Business in Brasile", che verrà presentata a Roma e Milano rispettivamente l’1 ottobre, presso l’Ambasciata del Brasile in Italia, e il 2 ottobre, presso la Sala Convegni di Intesa Sanpaolo.
Fitto il programma che caratterizzerà la presentazione di Roma, che avrà inizio alle 16.15 con un caffè di benvenuto. Aprirà i lavori alle 16.45 l’esposizione del professore della LUISS Guido Carli Francesco Di Ciommo, seguito dal saluto dell’ambasciatore del Brasile in Italia, Hélio Vitor Ramos Filho, e quello dell’ambasciatore d’Italia in Brasile, Antonio Bernardini; quindi la presentazione pratica della guida a cura di Grazia Messana, manager partner di GMVenture, la relazione di Luca Esposito, leader dell’Italian Desk KPMG, sulle "Opportunità, visione territoriale e profilo settoriale", Massimiliano Toti, rappresentante di Sviluppo internazionalizzazione Imprese Intesa Sanpaolo, su "Internazionalizzazione e supporto alle imprese in Brasile" e, a chiudere, la relazione di Luca Passariello, head Business Promotion SACE, sulle "Attività di Sace e Simest, Focus Brasile".
Alla Sala Convegni di Intesa Sanpaolo a Milano, il 2 ottobre, i lavori inizieranno sempre alle 16.45 e ad aprirli sarà Juan Barberis, presidente LIDE Italia. L’introduzione sarà sempre a cura dell’ambasciatore d’Italia in Brasile, che poi lascerà la parola, così come a Roma il giorno precedente, a Graziano Messana e Luca Esposito. La presentazione continuerà poi con Renato Perotti, rappresentante della Sviluppo internazionalizzazione Imprese Intesa Sanpaolo, e si concluderà con l’intervento di Luca Passariello. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi