EMOZIONI DELLA MUSICA E DELLE PAROLE: GIORNATA DI STUDIO PER GLI INSEGNANTI DI ITALIANO A NEW YORK

EMOZIONI DELLA MUSICA E DELLE PAROLE: GIORNATA DI STUDIO PER GLI INSEGNANTI DI ITALIANO A NEW YORK

NEW YORK\ aise\ - Il prossimo 21 marzo, Studio Arcobaleno in collaborazione con IACE - Italian American Committee on Education - e La Scuola d’Italia a New York organizza una speciale giornata di studio dedicata alla creatività e alle emozioni.
Lo scopo è quello di valorizzare tutti gli aspetti della lingua anche quelli che coinvolgono le emozioni, gli stati d’animo più profondi, espressi attraverso la creatività delle parole.
“Emozioni della musica e delle parole” il tema della giornata – ospitata nella sede della Scuola d’Italia a New York (12 East 96th Street): il corso dedicato a insegnanti di lingua e cultura italiana, intende approfondire il concetto dell’italiano come lingua dell’immaginazione e della creatività per intuire, capire e dire i sentimenti e gli stati d’animo, raccontare le emozioni e giocare con le parole.
Con la partecipazione straordinaria di Cristiana Pegoraro che eseguirà al pianoforte un brano della sua opera “Ithaka”.
“Si tratta di una giornata davvero speciale che si svolge all’insegna della Musica e della parola, quella della creatività e dell’immaginazione”, spiega Studio Arcobaleno. “Vengono illustrate le implicazioni metodologiche e didattiche nello sviluppo di itinerari di lavoro che valorizzano la divergenza della lingua, la metafora, la similitudine, il ritmo, le assonanze e i “colori” delle parole”.
Durante l’incontro verranno presentati anche materiali didattici che valorizzano gli aspetti della lingua che evoca e crea e due progetti speciali: “La lingua della pubblicità: scoperte linguistiche e attività didattiche”, a cura di Matilde Fogliani e Luisanna Sardu; e “Ascolto della musica per scrivere in Italiano: creatività e immaginazione dall’emozione alla lingua che la racconta”, a cura del compositore David Rose che presenta quattro brani musicali e attività didattiche.
Il programma dettagliato del corso – gratuito per tutti gli insegnanti – sarà disponibile nelle prossime settimane. (aise) 

Newsletter
Archivi