EXPAT E FAMIGLIE TRANSNAZIONALI IN SILA CON LA FONDAZIONE CRESCI

EXPAT E FAMIGLIE TRANSNAZIONALI IN SILA CON LA FONDAZIONE CRESCI

COSENZA\ aise\ - Nell’ambito di “Incontri nel Parco” in corso a Camigliatello Silano (Cosenza), nel cuore della Sila Grande, nel pomeriggio di oggi, 12 agosto, alle ore 17.30, vi sarà la proiezione del docufilm “Italia addio, non tornerò” prodotto dalla Fondazione Paolo Cresci. A seguire ci sarà anche la presentazione del volume “Famiglie transnazionali dell’Italia che emigra. Costi e opportunità” a cura di Valeria Bonatti, Alvise Del Prà, Brunella Rallo e Maddalena Tirabassi, Centro Altreitalie, Celid.
Il filmato affronta la tematica attualissima dell’emigrazione giovanile all’estero. 285.000 ragazzi nel 2017 hanno lasciato l’Italia per portare all’estero competenze, professionalità, energie. Sono cifre impressionanti quelle che riguardano chi è partito in questi ultimi anni in cerca di una realizzazione personale che in patria non si riesce a trovare. Ognuno di noi ormai ha un figlio, un parente, un amico emigrato all’estero perché in Italia non ha trovato lavoro.
Il volume, presentato di recente anche a Roma nella sede del Senato, invece di parlare dei giovani che emigrano, punta l’attenzione su chi resta, sulle loro famiglie. In particolare analizza le relazioni economiche che si stabiliscono all’interno delle nuove famiglie transnazionali: quanto spendono i genitori per aiutare i figli a conseguire una formazione superiore o a costruirsi una carriera lavorativa soddisfacente in un altro Paese? Quanto costa cercare di tenere assieme la famiglia, seppure temporaneamente, per esempio attraverso viaggi e soggiorni dei genitori all’estero e i ritorni occasionali?
Intervengono oggi a Camigliatello Silano: Antonio Viscomi della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati; Massimo Marrelli, rettore emerito dell’Università Federico II; Mario Rusciano, professore emerito di Diritto del Lavoro dell’Università Federico II; la regista del docufilm Barbara Pavarotti e, con un intervento video, Maddalena Tirabassi. (aise)


Newsletter
Archivi