EXPO DUBAI: LA COOPERAZIONE SCIENTIFICA INTERNAZIONALE AL CENTRO DELL’ACCORDO TRA KHALIFA UNIVERSITY E PADIGLIONE ITALIA

Expo Dubai: la cooperazione scientifica internazionale al centro dell’accordo tra Khalifa University e Padiglione Italia

DUBAI\ aise\ - Il rafforzamento della collaborazione scientifica internazionale con attività, iniziative e progetti congiunti da realizzare in occasione di Expo 2020 Dubai è al centro del Protocollo d’Intesa tra il Commissariato Generale per la partecipazione dell’Italia all’Esposizione Universale e la Khalifa University of Science and Technology.
L’accordo è stato firmato mercoledì scorso durante una cerimonia digitale dal Vicepresidente esecutivo della Khalifa University, Arif Sulatn Al Hammadi, e dal Commissario Paolo Glisenti. Alla cerimonia ha preso parte Nicola Lener, Ambasciatore d'Italia negli Emirati Arabi Uniti.
L’accordo impegna le parti a promuovere lo scambio di know-how tra i Paesi del Mediterraneo allargato, l'area MENA (Medio Oriente e Nord Africa) ed in particolare gli Emirati Arabi Uniti con borse di studio, stage, programmi di scambio e cooperazione tra studenti, insegnanti e ricercatori.
Si mira inoltre a favorire le partnership tra il network di università, centri di ricerca, aziende e start up italiane presenti al Padiglione Italia e la Khalifa University in settori strategici: aerospazio, biomedicale, salute, scienze della vita, scienze dei materiali, scienze umane e sociali, industrie creative, energia sostenibile, protezione della biodiversità e dell'ambiente, nanoscienze e biotecnologie, information technology. (aise)

Newsletter
Archivi