Fare rete (2)

ROMA – focus/ aise - L’Ambasciata d’Italia a Seoul ha dato il via ad una serie di proiezioni del documentario “The Climate Limbo” di Elena Brunello, destinate ad un pubblico di ONG ed associazione attive nel campo della tutela dell’ambiente e lotta ai cambiamenti climatici, di professori universitari e scienziati e, soprattutto, di giovani coreani. L’evento si colloca in vista del meeting “Youth4Climate: driving ambition”, che l’Italia ospiterà a Milano dal 28 al 30 settembre, subito prima della PreCop26.
“Il nostro obiettivo, con queste proiezioni e dibattiti”, ha detto l’ambasciatore d’Italia in Corea del Sud, Federico Failla, “consiste nel diffondere quanto più possibile nella società civile e tra i giovani coreani informazioni sulle conseguenze dei cambiamenti climatici, spiegando come si sta muovendo il nostro Paese e fornendo spunti per discussioni ed idee per meglio raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni entro il 2015. Abbiamo bisogno che i giovani si attivino ed agiscano per combattere il cambiamento climatico, problema che purtroppo rischia di diventare sempre più grave in futuro”.
La prima proiezione, in collaborazione con il Global Green Growth Institute di Seoul, è avvenuta ieri, 8 aprile, negli spazi di High Street Italia, struttura gestita dall’ICE e destinata ad ospitare eventi culturali, dibattiti, manifestazioni fieristiche ed esibizioni di prodotti italiani. All’evento, che sarà seguito da altre proiezioni presso Università e municipalità coreane, hanno partecipato con entusiasmo una cinquantina di rappresentanti di ONG, gruppi giovanili e centri di ricerca locali in presenza, mentre si sono registrati circa 500 visualizzazioni durante la diretta streaming via Facebook.
Il Maestro Alexander Kantorov ha ricevuto lo scorso 7 aprile la pergamena e le insegne di Ufficiale dell’Ordine della Stella d'Italia sul palco della Filarmonica Shostakovich di San Pietroburgo dal console generale Alessandro Monti.
L’onorificenza è stata conferita dal presidente della Repubblica Italiana al celebre artista, direttore dell'Orchestra Sinfonica Classica di San Pietroburgo, per il suo contributo allo sviluppo dei rapporti culturali tra Italia e Russia, e in particolare per aver promosso attivamente la collaborazione con Sanremo, dove ha inaugurato nel 2011 il Festival Internazionale intitolato a Chaikovskiy.
La cerimonia ha avuto luogo nel corso di un concerto organizzato per festeggiare il compleanno del Maestro Kantorov. In programma il Capriccio italiano di Chaikovskiy, le ouvertures dal “Barbiere di Siviglia”di Rossini”, da “Le Nozze di Figaro” di Mozart e da “Egmont” di Beethoven e altre celebri composizioni sinfoniche di Wagner, Liszt, Dvorak, Brahms, Saint-Saens, Suppe e Johann Strauss (figlio).
Al via l’iniziativa “Italian Samurai”, coordinata dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo con il contributo della comunità dei ricercatori italiani in Giappone in occasione della Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo.
Il progetto “Italian Samurai” prevede, nel contesto delle celebrazioni del 15 aprile, la divulgazione di una serie di video-testimonianze di alcuni tra i più qualificati ricercatori italiani stabilmente inseriti e operativi in Giappone nei settori STEM (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica).
I video saranno pubblicati periodicamente nei prossimi mesi sui profili social dell’Ambasciata d’Italia a Tokyo: Twitter (@ItalyinJPN) e Facebook (@ambasciataitaliatokyo).
L’iniziativa, coordinata dall’addetto scientifico dell’Ambasciata, Enrico Traversa, con il sostegno dell’Associazione dei Ricercatori Italiani in Giappone, “è un riconoscimento del Sistema Italia all’operato della nostra comunità scientifica, capace di adattarsi con efficacia al contesto locale e di contribuire proficuamente allo sviluppo più ampio del partenariato strategico bilaterale con Tokyo”, ha commentato l’ambasciatore Giorgio Starace. “Auspico”, ha aggiunto, “che le testimonianze professionali e umane delle nostre ricercatrici e dei nostri ricercatori possano risultare preziose e costituiscano un utile ponte per futuri progetti congiunti tra mondo accademico e centri di ricerca italiani e giapponesi”. (focus\ aise)