FARNESINA E DINTORNI

Farnesina e dintorni

ROMA – focus/ aise - Nell’ambito della strategia innovativa di sostegno all’internazionalizzazione delle imprese, lanciata dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, col Patto per l’Export, prende vita uno degli interventi prioritari per il rafforzamento dell’export tramite la progressiva transizione del mondo imprenditoriale verso l’utilizzo sempre più capillare e diffuso della digitalizzazione. Partirà infatti il prossimo 9 marzo il bando “voucher TEM digitali”, programma lanciato dalla Farnesina in favore delle piccole imprese italiane e gestito da Invitalia, per l’inserimento in azienda di figure specializzate - i temporary export manager (TEM) con competenze digitali - in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione.
Il voucher previsto ammonta a 20.000 euro per impresa e passa a 30.000 euro se vengono raggiunti gli obiettivi previsti di crescita di fatturato export e di quota delle esportazioni sul fatturato totale.
Il voucher è destinato alle piccole imprese del settore manifatturiero, con meno di 50 addetti, che hanno necessità di assistenza professionale per avviare o accrescere la loro proiezione sui mercati esteri. Sono ammesse anche le reti tra micro e piccole imprese.
Per utilizzare il voucher, le imprese dovranno stipulare con i TEM, o le società di TEM, iscritti nell’apposito elenco del Ministero, contratti di consulenza per l’internazionalizzazione della durata minima di un anno.
I professionisti intenzionati a iscriversi nell’elenco dei Temporary Export Manager con competenze digitali istituito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale potranno trovare informazioni aggiornate sul sito www.invitalia.it. Essi dovranno aver maturato una significativa esperienza nell’organizzazione della rete di distribuzione di prodotti in nuovi mercati esteri, aver fornito assistenza alle imprese nella partecipazione a fiere internazionali in modalità virtuale, essersi occupati di strumenti di logistica integrata, di e-commerce, di accordi e sviluppo di rapporti con operatori stranieri, ed essere in possesso di almeno due certificazioni sull’utilizzo di strumenti digitali di marketing tra le più accreditate.
Nei prossimi giorni, tramite l’apposita piattaforma web che sarà resa disponibile sul sito www.invitalia.it, saranno resi pubblici i termini per la presentazione delle domande da parte delle imprese interessate a richiedere il voucher.
L’11 febbraio è la Giornata Internazionale per le Donne e le Ragazze nella Scienza. Anche la Farnesina ha voluto celebrare questa ricorrenza con le parole pronunciate il 26 novembre scorso in occasione della Conferenza degli Addetti Scientifici 2020 dalle scienziate italiane Barbara Gallavotti, Ilaria Capua e Alessandra Fanciulli, in prima linea nella cooperazione scientifica e nella ricerca in Italia e nel mondo.
Barbara Gallavotti, consigliere scientifico al MNST “Leonardo Da Vinci”: “i ricercatori sono internazionali per vocazione. I governi e la diplomazia possono fare molto per favorire i loro contatti e mobilità”.
Ilaria Capua, direttore One Health, University of Florida: “La dimensione della ricerca oggi è soltanto internazionale, e i network diplomatici saranno sempre di più centri di snodo di una funzione di collegamento essenziale”.
Alessandra Fanciulli, Premio Italian Bilateral Scientific Cooperation Award: “Dedico questo riconoscimento a tutte le colleghe e i colleghi che hanno scelto di mettere l’alta formazione accademica italiana al servizio di cooperazioni scientifiche internazionali: dall’Unione delle diversità ho visto nascere le idee più innovative”.
La giornata, istituita dall’Onu e celebrata l’11 febbraio di ogni anno, e ha l’obiettivo di evitare che le donne siano condizionate da stereotipi di genere nel momento di scegliere il proprio percorso di studi, ma anche che le scienziate non siano svantaggiate durante la propria carriera.
Oggi sono entrate al Ministero degli Esteri 270 nuove unità di personale. Ad annunciarlo è il sottosegretario agli esteri Ricardo Merlo.
“A distanza di anni in arrivo nuova forza lavoro, energie fresche, per la Farnesina”, commenta il Sottosegretario Merlo, che spiega: “una parte di questo personale sarà inviato presso i diversi Consolati italiani nel mondo, al fine di smaltire e velocizzare le pratiche e i servizi destinati ai nostri connazionali”.
“Continuiamo a lavorare per i nostri italiani all’estero e il Sistema Italia oltre confine”, dichiara il senatore, che prosegue: “quando sono arrivato al MAECI mi ha sorpreso il fatto che non vi fossero abbastanza giovani. Ora, grazie all’impegno di questi anni e ai fondi che siamo riusciti a ottenere nelle ultime manovre economiche, la Farnesina potrà contare finalmente con più personale che sarà in grado di rendere il lavoro più agile, soprattutto presso la nostra rete consolare. Un’ottima notizia per milioni di italiani nel mondo, che hanno diritto a ricevere servizi consolari efficienti in tempi brevi”, conclude il Sottosegretario. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi