GIORNATA DEL CONTEMPORANEO: UNO SGUARDO SUL MONDO

GIORNATA DEL CONTEMPORANEO: UNO SGUARDO SUL MONDO

ROMA – focus\aise - Dopo il successo delle passate edizioni, torna anche quest’anno e anche all’estero la Giornata del Contemporaneo, appuntamento annuale per la promozione del complesso e vivace mondo dell'arte contemporanea organizzato da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani. Per questa quindicesima edizione, sabato 12 ottobre, apriranno gratuitamente le porte i 24 musei AMACI e un migliaio di realtà in Italia e all'estero con un programma multiforme che di anno in anno ha saputo regalare al vasto pubblico una importante occasione per visitare musei, gallerie, fondazioni, associazioni, accademie, studi d'artista, spazi espositivi, luoghi d'arte pubblici e privati, che liberamente decidono di aderire.
Grazie alla collaborazione avviata nel corso delle ultime edizioni con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e grazie al sostegno e al coordinamento della Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane del MiBAC, anche Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura all’estero potranno organizzare nella propria circoscrizione di competenza eventi per la valorizzazione dell’arte e della cultura italiana contemporanea.
In Albania l’Istituto Italiano di Cultura ha organizzato per il 12 ottobre una residenza e un workshop di Bianco e Valente, nominati ambasciatori della Giornata del Contemporaneo 2019 a Tirana, presso l'Università delle Arti e in collaborazione con la piattaforma di Arte Contemporanea Harabel. Il lavoro artistico di Bianco e Valente è fortemente legato al territorio e ai suoi cambiamenti, sociali, antropologici e architettonici. Dal 2008, a Latronico, curano A Cielo Aperto, un progetto di arte pubblica per il quale invitano altri artisti a conoscere il territorio per sviluppare un’opera che si ponga in relazione con il luogo, la sua storia, le persone che lo animano e che viene allestita in permanenza all’aperto nel tessuto urbano della cittadina. Proprio per questi aspetti si è ritenuto opportuno invitare Bianco e Valente in Albania, paese dal contesto urbano e antropico in persistente e ineludibile trasformazione.
Dall’altra parte del mondo, l’Istituto Italiano di Cultura di Sydney trasforma la Giornata in settimana che si aprirà il 3 ottobre con "From Sicily to Peppimenarti, Art Residencies". Il progetto si basa su uno scambio di esperienze tra Sicilia e Australia: in particolare la presentazione illustrerà lo scambio di residenze artistiche che si è svolto nel mese di luglio presso la Fondazione Brodbeck di Catania e il Museo Palazzo Riso di Palermo e che dal 20 settembre al 2 ottobre proseguirà in Australia, presso Durrmu Arts nella comunità aborigina di Peppimenarti, nel Northern Territory.
Il 12 ottobre l’Istituto Italiano di Cultura del Cairo aprirà le proprie porte al pubblico per mostrare la propria collezione permanente e presentare la Collezione Farnesina come epitome della produzione artistica contemporanea.
Dal 3 ottobre al 7 novembre l’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria ospiterà "Wall-Eyes. Looking at Italy and Africa". La mostra, a cura di Ilaria Bernardi, rientra anche all’interno del programma di promozione integrata "Italia, Culture, Africa" promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. "Wall Eyes" pone in dialogo giovani artisti italiani e africani su temi condivisi e diviene testimonianza della contaminazione positiva tra le culture attraverso sei opere di altrettanti talenti italiani focalizzate su aspetti socio-culturali dell’Italia di oggi che però non sembrano dissimili da caratteri del continente africano; accoglie altresì sei lavori di altrettanti artisti africani, con l’intento di innescare un confronto con gli italiani su temi comuni. L’esposizione non si fermerà a Pretoria e, accanto alle opere degli italiani, a Johannesburg presenterà i lavori provenienti dalle gallerie della città, mentre a Cape Town i tre provenienti dalla collezione della A4 Art Foundation.
Ancora una mostra, questa volta a Los Angeles: è "Italoamericana. Illustratori Italiani alla conquista dell'America", che si è aperta già nel mese di luglio all’Istituto Italiano di Cultura, dove sarà allestita sino al 26 ottobre, chiudendo così la Settimana del Contemporaneo a Los Angeles. "Italoamericana" è una mostra collettiva che racconta l’illustrazione italiana attraverso i lavori di alcuni degli artisti più conosciuti e più apprezzati dal mercato americano, illustratori che negli ultimi anni hanno dato lustro alla scena italiana, creando pagine e copertine per celebri testate americane e per alcuni dei più importanti marchi USA. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi