GIORNATA INTERNAZIONALE DEI LASCITI SOLIDALI: L’IMPEGNO DI UNICEF ITALIA

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI LASCITI SOLIDALI: L’IMPEGNO DI UNICEF ITALIA

ROMA\ aise\ - In occasione della Giornata Internazionale dei Lasciti Solidali domani, 13 settembre, l’UNICEF Italia sarà impegnato in diverse iniziative per promuovere la cultura dei lasciti solidali.
Oggi, 12 settembre, l’UNICEF Italia parteciperà all’evento “Testamento Solidale. Quando i grandi progetti non hanno età”, organizzato a Roma presso la Casa del Cinema, con il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato. La manifestazione sarà un’occasione per accendere i riflettori sul testamento solidale, attraverso la presentazione dei risultati di un’indagine GFK Italia sul tema.
Domani, 13 settembre, in collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato, si terrà il primo “Open Day Solidale”: circa 60 Consigli Distrettuali Notarili in tutta Italia saranno aperti alla cittadinanza dalle 16.00 alle 19.00. Gli esperti del settore e i Volontari UNICEF potranno dare informazioni e rispondere a richieste e dubbi su questo tema e sui programmi dell’organizzazione per i bambini più vulnerabili del mondo. Per trovare il Consiglio distrettuale notarile più vicino si può consultare il sito: www.notariato.it.
“Un lascito all'UNICEF può concretamente fare la differenza fra la morte e la vita per milioni di bambini costretti a lottare per la propria sopravvivenza sin dalla nascita” - ha dichiarato Francesco Samengo, Presidente dell'UNICEF Italia. “I lasciti testamentari in favore dell’UNICEF si trasformano in aiuti attraverso vaccini, acqua sicura, cibi ad alto contenuto proteico, accesso all’istruzione, alla protezione e sostegno psicosociale per tanti bambini vulnerabili in tutto il mondo. Un lascito all’UNICEF nel proprio testamento significa veramente cambiare il destino di tutti i bambini di cui l’UNICEF si prende cura!”.
L’UNICEF ogni giorno, da oltre 70 anni, con i propri interventi raggiunge milioni di bambini nel mondo, anche nelle circostanze più difficili, lavorando con i Governi e le Comunità locali, per realizzare programmi di sostegno durevoli e sostenibili.
“Attraverso un lascito testamentario all’UNICEF è possibile soccorrere tanti bambini in difficoltà, come ad esempio in Siria e in Yemen, paesi colpiti da durissimi conflitti o in Repubblica Democratica del Congo dove i bambini si trovano a dover affrontare l’emergenza Ebola”, spiega l’agenzia, che aggiunge: “non è indispensabile avere grandi patrimoni per compiere un gesto di solidarietà. Oggi, con un lascito solidale anche chi si trova in una condizione economica e sociale non privilegiata può con una piccola somma di denaro “fare la differenza” e contribuire in maniera significativa al bene comune”. (aise) 

Newsletter
Archivi