IL MADE IN ITALY CONQUISTA LA RUSSIA

IL MADE IN ITALY CONQUISTA LA RUSSIA

ROMA – focus/ aise - Libri e vini made in Italy: due settori diversi, due eccellenze italiane che hanno conquistato la Russia. Vediamo in che modo. Per quanto riguarda i vini di altissima qualità del Friuli–Venezia Giulia sono stati infatti i protagonisti della serata organizzata a San Pietroburgo dal Consolato Generale d’Italia per i principali importatori locali di vini italiani, ristoratori e sommelier della Capitale settentrionale della Russia.
Ospiti d’onore lo staff tecnico dei Campioni dello Zenit San Pietroburgo, con la presenza, tra gli altri, dell’allenatore Sergej Semak e dei preparatori italiani Ivan Carminati e Andrea Scanavino.
L’evento è stato organizzato in collaborazione con La Luna Storta, Moschioni e Tenuta Stella, tre aziende accomunate da una conduzione biologica poco invasiva e rispettosa dell’ambiente, i cui vigneti sono impiantati su ripide colline in lembi di terre di confine, protette dalle Alpi Orientali e dal tepore delle brezze del mare Adriatico.
Gli ospiti della serata hanno avuto la possibilità di degustare insieme al menù italiano offerto dal console generale Alessandro Monti un buon numero di vini prodotti con metodi tradizionali: dal Merlot affinato in botti di rovere al Rosso Schioppettino alla Malvasia. Parlando invece di libri, dopo le recenti partnership di successo che hanno visto BolognaFiere co-organizzare la China Shanghai International Children's Book Fair e la New York Rights Fair - la cui seconda edizione si è tenuta nel maggio di quest'anno -, il network internazionale dell'azienda ha fatto un altro importante passo avanti: dal 4 settembre all’8 Bologna Children's Book Fair (BCBF) è infatti stato a Mosca per la Moscow International Book Fair (MIBF) con il "Children's Book Tour in Russia". Si tratta di un programma professionale internazionale dedicato agli editori di letteratura per bambini e ragazzi, volto a sviluppare nuove relazioni e a rafforzare i legami esistenti tra la comunità professionale internazionale e quella russa. Un primo passo che apre la strada alla prima edizione della Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi, che sarà organizzata congiuntamente dalle fiere russe e bolognesi e che si terrà in Russia nel 2021.
Per una fiera internazionale come BCBF questo nuovo programma rappresenta uno sviluppo strategico. La Russia è uno dei mercati più promettenti al mondo, con una fiorente industria dell'editoria per ragazzi e una vivace scena creativa. BolognaFiere è stata quindi lieta di accogliere l'invito della Fiera internazionale del libro di Mosca a sviluppare insieme un progetto professionale che porti alla creazione di una nuova fiera del libro rivolta agli editori di contenuti per bambini e ragazzi.
Nell’ambito del "Children's Book Tour in Russia" si tiene la mostra "Drawn Worlds. 1001 outstanding international picturebooks".
1001 libri compongono questa esposizione, che, curata da Grazia Gotti e Silvana Sola della Cooperativa Giannino Stoppani/Accademia Drosselmeier, vuole disegnare all’interno della fiera russa un percorso che inviti ad aprire lo sguardo alla ricerca del nuovo, senza dimenticare ciò che è consolidato dalla tradizione più nobile.
Presentando il meglio dei libri illustrati per bambini di tutto il mondo, Russia compresa, la mostra mette in luce nuove tendenze, prospettive e temi. Aprono la rassegna i libri per i più piccoli, detti Toddler, genere che rinnova forme e contenuti, come a sottolineare l'importanza di un buon inizio per far crescere un lettore curioso ed esigente. Poi i wordless book, gli intramontabili libri-alfabeto, territori di sperimentazione della grafica e dell'arte tipografica. E dopo le lettere arrivano le parole: le storie, brevi ma intense, dei Picture Books. Anche la poesia, regno della parola, si esalta attraverso la bellezza delle pagine. L’arte, la musica, la danza, il teatro e il cinema completano l'ambito artistico. E ancora i classici, il genere popolare del fumetto e i libri per conoscere, scoprire, documentarsi. In coda, ma non ultime, le donne, le protagoniste di questa stagione storica. Il loro essere "emergenti" nella società si rispecchia perfettamente nelle pagine dei libri per ragazzi.
Con un'intera nuova generazione di illustratori cresciuti nella tradizione artistica russa, BCBF e MIBF presentano anche un'edizione speciale di "Illustrators Survival Corner".
Sviluppato dalla Bologna Children’s Book Fair in collaborazione con MiMaster Illustration (Milano), questo help desk e angolo di presentazione ha riscosso un enorme successo nelle ultime edizioni della Fiera del libro bolognese e alla China Shanghai International Children's Book Fair 2018. L'Illustrators Survival Corner è pensato per i moltissimi artisti che ogni anno frequentano le fiere alla ricerca di nuovi clienti o per presentare i loro portfolio agli editori. A Mosca, il corner è l'occasione per gli illustratori russi di parlare con artisti di fama internazionale, editori, agenti e direttori artistici di tutto il mondo. Persone come Katsumi Komagata, Anna Castagnoli, Javier Zabala, Andre Letria, Martoz, Xiong Liang, Cristopher Rainbow, Anna Desnitskaya, Victoria Semykina, Dasha Tolstikova, Evgenia Barinova, Kasya Denisevich, Victor Melamed, Yulia Blucher e Yulia Sidneva condivideranno la loro esperienza in masterclass, workshop e portfolio review.
Il programma per la fiera di Mosca prevede inoltre uno speciale focus sull’autoproduzione e un percorso didattico sull’intera filiera di produzione editoriale dal punto di vista dell’illustratore: dalla creatività alla progettazione, dall’autopromozione alla gestione della vita professionale.
In programma anche le conferenze internazionali "The Power of Silent Book", "How Does Local Go Global?" e "From tradition to the future: it’s all about Outstanding Books", nonché un Fellowship Programme pensato per i professionisti dell'editoria. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi