ITALIANI DONANO 1000 MASCHERINE PROFESSIONALI ALL'OSPEDALE DI MALINDI - DI FREDDIE DEL CURATOLO

Italiani donano 1000 mascherine professionali all

MALINDI\ aise\ - “Un gesto importante di nostri connazionali rende l’attività dei medici dell’Ospedale Generale di Malindi più sicura e protetta e di conseguenza rispetta anche la salute dei pazienti. L’iniziativa proviene dall’azienda italiana DIVOC (leggasi COVID all’incontrario) produttrice di mascherine professionali chirurgiche che anche grazie a Malindikenya.net ha deciso di donare più di mille mascherine all’ospedale e per questo ha ricevuto una menzione ufficiale dall’azienda della Contea di Kilifi”. Ne scrive Freddie del Curatolo che di malindikenya.net è fondatore e direttore.
“L’idea è frutto della generosità e dell’attaccamento a Malindi dell’imprenditore ligure Andrea Puricelli e di sua moglie Paola.
“Il padre di Paola ha vissuto qui per 17 anni e noi da tanto tempo ogni anno frequentiamo il Kenya, e soggiorniamo a Mambrui – spiega Andrea – avendo seguito la situazione della pandemia e conoscendo i problemi della sanità locale, abbiamo deciso di aiutare una struttura che più delle altre è in prima linea per contenere il virus. Le nostre mascherine hanno la certificazione internazionale e garantiscono il 99% di protezione, per questo in Italia oltre ad essere in vendita per tutti, sono particolarmente indicate per gli operatori sanitari. Siamo contenti che i medici e gli infermieri dell’Ospedale di Malindi le abbiano a disposizione”.
È stata la dottoressa Salma Naji a ricevere la donazione e garantire che le mascherine verranno utilizzate unicamente dal corpo medico e dagli operatori sanitari. In questi giorni molti colleghi sono entrati in sciopero ed uno dei motivi dell’agitazione è proprio la sicurezza sul lavoro. Il Kenya, pur non avendo numeri altissimi per quanto riguarda i decessi ufficiali da Covid-19, ha registrato già 30 dottori, 26 infermieri e 10 dipendenti tra chi ha perso la vita sul lavoro a causa del virus”. (aise) 

Newsletter
Archivi