LA RIPARTENZA PASSA DALLE CCIE

La ripartenza passa dalle CCIE

ROMA – focus/ aise - In ottemperanza alle disposizioni governative e misure di contenimento della pandemia nel Paese, la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria ha organizzato online l’evento di premiazione “Ospitalità Italiana – Ristoranti e Gelaterie Italiani nel Mondo – Ed. 2020/2021” in programma lunedì prossimo, 22 febbraio, dalle 16.30 alle 18.00.
Un evento assolutamente nuovo per formula e location e che, sottolineano da Sofia, arriva in un periodo particolarmente difficile come un messaggio di speranza e auspicio per una nuova rinascita.
Quindici ristoranti e due gelaterie, conformi ai requisiti per il rilascio o il rinnovo della certificazione, verranno insigniti del riconoscimento internazionale che premia il rispetto degli standard di qualità tipici dell’Ospitalità Italiana, attraverso la targa “Ospitalità Italiana” e l’attestato di partecipazione al progetto promosso da Unioncamere con il supporto operativo di ISNART-Istituto Nazionale Ricerche Turistiche e sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal Ministero dei Beni e Attività Culturali, dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero delle Politiche Agricole, Forestali ed Agroalimentari italiani.
Sono confermate le presenze dell’Ambasciatrice d’Italia a Sofia, Giuseppina Zarra, del Presidente di Isnart, Roberto Di Vincenzo e del Presidente della CCIB, Marco Montecchi che, dopo gli indirizzi di saluto, prenderanno parte alla “consegna virtuale” del riconoscimento internazionale di valorizzazione del made in Italy.
“Ristorazione e gelateria stanno ancora affrontando senza ombra di dubbio un periodo di difficoltà senza precedenti”, dichiara il Presidente della CCIB, Marco Montecchi. “A maggior ragione ci sentiamo in dovere di encomiare chi nonostante tutto ha continuato a lavorare bene, senza mai rinunciare alla qualità ed evolvendosi secondo le necessità attuali. Non bisogna mai dimenticare che si tratta di settori fondamentali per il nostro Paese, tanto dal punto di vista economico quanto da quello culturale e identitario”.
Come sottolineato dal Presidente di Isnart, Roberto Di Vincenzo, “nonostante le criticità operative dovute alle restrizioni imposte dal COVID 19, l’attività della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, così come di tutte le Camere di Commercio Italiane all’Estero, non si è mai arrestata, fornendoci lo sprone ulteriore a fare di più per contenere le difficoltà imposte dall’emergenza pandemica e poter fornire nuove opportunità e modalità per proseguire nella promozione del Made in Italy attraverso la rete di Ospitalità Italiana nel Mondo”.
“Dal settembre 2020 la presenza del marchio nel mondo è stata definitivamente allargata alle Gelaterie Artigianali”, ricorda Di Vincenzo. “Il gelato artigianale è un prodotto di successo per l’Italia, le imprese italiane dominano a livello mondiale il settore industriale delle macchine e prodotti per le gelaterie e il numero di gelaterie è in costante aumento (108.000 gelaterie nel 2018). Tutti fattori estremamente positivi, che richiedono impegno per non perdere il vantaggio competitivo legato anche al valore “immateriale” del gelato artigianale italiano: le radici storiche, i saperi dei maestri gelatieri, i sapori, le produzioni e le consistenze tipiche che, attraverso perfetti procedimenti di produzione e conservazione, garantiscono quelle caratteristiche precipue che ne hanno decretato il successo planetario, rafforzando l’appeal del Made in Italy a livello internazionale”.
Parallelamente alle attività legate alla ristorazione italiana, il Desk Ospitalità Italiana della CCIB è stato, infatti, impegnato nell’implementazione della prima annualità del progetto “Ospitalità Italiana – Gelaterie Italiane nel Mondo” andando a svolgere le attività di identificazione e reclutamento delle strutture garanti il rispetto degli standard qualitativi tipici dell’ospitalità italiana e del disciplinare tecnico riservato alle gelaterie.
Infatti è proprio sul finire del 2019 che Unioncamere ha annunciato ufficialmente l’allargamento del marchio Ospitalità Italiana alle gelaterie italiane, assegnando per la prima volta il marchio alla prima Gelateria della nave Sky Princess della Carnival Corporation & plc.
Con l’ingresso delle gelaterie, “Ospitalità Italiana” ha ampliato la rete qualitativamente adeguata di esercizi del settore eno-gastronomico, capaci di tenere alta la promozione del made in Italy nel mondo, rafforzando la propria mission di marchio nato per tutelare e promuovere il valore dell’“italianità” che punta al legame che identifica nell’immaginario collettivo un’offerta produttiva con il proprio territorio d’origine, sviluppando l’associazione tra lo stesso territorio con un prodotto, una ricetta, un prodotto storico della tradizione culinaria italiana proprio come il gelato.
Una prima annualità che ha destato entusiasmo ed attenzione da parte di 15 gelaterie presenti sul territorio bulgaro interessate ad ottenere la certificazione di qualità.
Dopo un’attenta analisi e verifica del rispetto dei requisiti, il Comitato di Valutazione ha comunicato alla Camera di Commercio Italiana in Bulgaria l’esito della valutazione: GELATO & LATTE e BRICIOLE sono stati i vincitori di questa prima annualità di “Ospitalità Italiana – Gelaterie Italiane nel Mondo”.
A seguito delle disposizioni messe in atto per contrastare il Covid-19, il Dipartimento Formazione della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) ha attivato in queste ore una serie di proposte formative online per continuare ad affiancare e orientare studenti italiani nell’ambito dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO).
I progetti riguardano una vasta gamma di settori e aree di approfondimento: dal marketing agli eventi, dall’internazionalizzazione alla progettazione europea, per servizi commerciali, amministrativi, l’agroalimentare ed il turismo.
L’offerta della CCIS per le scuole è varia ed articolata: da una parte, vengono organizzati incontri virtuali con professionisti e imprese locali del settore di interesse; dall’altra, vengono organizzati anche corsi di approfondimento della lingua e focus sul mercato spagnolo e sulle relazioni commerciali Italia-Spagna.
Proprio nei giorni scorsi, si è conclusa l’azione formativa rivolta agli studenti del corso “Operatore per la trasformazione dei prodotti alimentari” dell’Ente Santa Cecilia Onlus di Casarano (LE), nel quale sono state coinvolte quattro aziende del settore agroalimentare spagnolo che hanno presentato le metodologie di produzione, conservazione e vendita dei loro prodotti (insaccati, latticini, carni, conserve).
L’organizzazione di questo progetto formativo è stata resa possibile grazie alla collaborazione con le aziende che fanno parte del network camerale, che credono nella formazione e nell’importanza di dare ai giovani la possibilità di vedere e conoscere da vicino il mondo del lavoro e le opportunità che li aspettano.
La Camera di Commercio Italo-Lussemburghese presenterà domani, 9 febbraio, la nuova edizione del Master in Private Equity e Fondi d’Investimento. Appuntamento online dalle 16:00 sulla piattaforma zoom.
Nel corso dell’evento, i partecipanti potranno confrontarsi con i responsabili del corso ed avere maggiori informazioni su programma, contenuti, borse di studio disponibili ed opportunità professionali.
Per partecipare all’evento è necessario registrarsi qui.
Il Master si propone come una opportunità per giovani laureati italiani di integrare il corso di studi accademico con una formazione esclusivamente riservata ai professionisti del settore Private Equity e Fondi d'Investimento. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi