PIÙ EUROPA BRUXELLES LANCIA L'INIZIATIVA “FIGLI COSTITUENTI”

PIÙ EUROPA BRUXELLES LANCIA L

BRUXELLES\ aise\ - Il Gruppo Più Europa Bruxelles apre la nuova stagione con un workshop dedicato a “Figli Costituenti nell'ambito di Jubel - European Democracy Festival”. L'evento, nel quale si discuterà dell’imminente raccolta firme per l’introduzione di una legge costituzionale per l’equità tra generazioni, crescita sostenibile e difesa ambientale, si svolgerà in lingua inglese al padiglione Park di Parc du Cinquantenaire, domani, 7 settembre, alle 11.00.
Protagonisti del workshop saranno i membri del Gruppo Anita Bernacchia, Benedetta Dentamaro, Giorgio La Rosa, Antonino Barbera Mazzola, Mario Lavanga, Alessandro Gallo.
“Figli Costituenti” è l'iniziativa di Più Europa per discutere sul lancio di della raccolta firme in Europa - che inizierà a Bruxelles dal 16 settembre - per far divenire diritti fondamentali la crescita sostenibile, la difesa ambientale e l’equità generazionale.
La raccolta firme, che comincerà lunedì 16 settembre, avrà luogo alla Cancelleria Consolare in Rue de Livourne 38 dalle 9.00 alle 12.30.
Questa iniziativa, nata in Italia, può essere un possibile modello che ispiri l'introduzione degli stessi principi in altri paesi, nell'UE e in altre organizzazioni internazionali.
Durante “Figli Costituenti” verranno confrontate le diverse esperienze dei paesi e come l'Europa si sta muovendo al riguardo.
L'Italia, infatti, non è il solo paese in cui le scelte compiute da chi c’è “qui ed ora” potrebbero rendere impossibile la vita a chi verrà domani. E il cambiamento climatico ne è solo l’esempio più lampante.
Chi vivrà domani sarà costretto a subire gli effetti di scelte politiche fatte adesso, sulla base dell’opinione pubblica di adesso. Ecco perché è necessario agire ora. Ecco perché è necessario fare qualcosa oggi per colmare questo "debito" di tutele che lo stato ha nei confronti dei cittadini.
Jubel Festival, giunto alla seconda edizione, intende instaurare un dialogo con i cittadini con metodi alternativi e coinvolgenti, facendo leva su cosa pensano e vogliono per la democrazia europea, il funzionamento dell’UE, e soprattutto per il loro futuro. Tra i temi identificati come base della kermesse: ambiente - identità - istruzione - infrastruttura - lavoro. (aise) 

Newsletter
Archivi