RAI ITALIA: IL TEMPO DI QUARESIMA NELLA NUOVA PUNTATA DI CRISTIANITÀ

Rai Italia: il tempo di Quaresima nella nuova puntata di Cristianità

ROMA\ aise\ - Dal mercoledì delle Ceneri inizia il tempo di Quaresima. Digiuno, penitenza e preghiera sono le tre parole del tempo quaresimale che, per i cristiani, porta a rivivere la Pasqua del Signore, centro e apice dell'esperienza di chi crede nel Dio fatto uomo, Cristo Gesù. Questi i temi al centro della puntata di domani di “Cristianità”, programma televisivo di Rai World, realizzato e condotto da Suor Myriam Castelli sui canali di Rai Italia, in diretta dalle 10.15 dagli studi Rai di Saxa Rubra a Roma
Il programma si apre con il canto alla Madre della Misericordia, proposto da 450 giovani in modalità virtuale.
Il primo ospite di suor Myriam è Padre Bernard Ardura, Presidente del Pontificio Comitato per le Scienze Storiche Vaticane, che ricorderà il senso del rito delle ceneri e l'invito rivolto in questi giorni dal Papa alla Curia Romana a vivere gli esercizi spirituali in modo adeguato e non può essere svolto di persona quest'anno, come era consuetudine alla Casa dell'Ariccia.
“Cristianità” riceve poi Monsignor Yoannis Lahzi Gaid, ex segretario personale di Papa Francesco alla Casa Santa Marta che, dopo aver ricordato i vent'anni di creazione come cardinale di Bergoglio, parla del nuovo ospedale “Bambino Gesù” in costruzione al Cairo. Monsignor Gaid commenterà poi il videomessaggio del Papa in memoria dei 21 martiri cristiani copti sequestrati in Libia e uccisi in spiaggia il 15 febbraio 2015 dall'ISIS mentre pronunciavano il nome di Gesù.
Quindi, tappa in Terra Santa, dove i Preti Salesiani hanno alcune comunità impegnate nell'istruzione professionale e culturale di molti bambini e giovani provenienti in particolare dal Medio Oriente.
Per la giornata mondiale della lingua madre – che si celebra il 21 febbraio - Nora Sforza, professoressa universitaria di italiano, spiegherà il valore delle lingue materne e in particolare della lingua e della letteratura italiana che, dalla lingua dei suoi antenati emigrati dall'Italia, è diventata una lingua straniera ampiamente studiata.
Tra gli ospiti anche Fatima Lucarini, la cantante e attrice che offre un'interpretazione femminile della fraternità secondo Papa Francesco e ricorda i numerosi evangelizzatori che seminano speranza, amore e comunione, soprattutto tra le nuove generazioni proiettate al futuro.
Dopo la panoramica delle attività della Chiesa e del Papa in questa settimana, le riflessioni bibliche di Don Giacomo Morandi sul libro della Genesi e in particolare sulla figura di Abramo e Sara.
Al centro la Santa Messa che sarà celebrata nella Basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini a Roma.
A mezzogiorno, sempre dal vivo, l'Angelus con il Papa, dalla finestra del Palazzo Apostolico.
Dopo la messa si va a Mar del Plata, in Argentina, dove Silvia Morabito, insegnante di scuola superiore da oltre trent'anni, parlerà della lingua italiana tra i giovani e dell'urgente necessità dei giovani di riscattare relazioni in presenza per uno sviluppo armonioso della personalità.
Dopo aver ricordato il significato della festa della Cattedra di Pietro che si celebrerà lunedì 22 febbraio, il programma si conclude con una canzone dal vivo di Fatima Lucarini, tutta basata sulla forza della speranza in questa lunga attesa dei popoli colpiti dalla pandemia. (aise) 

Newsletter
Archivi