RICERCA CHE PASSIONE

RICERCA CHE PASSIONE

ROMA – focus/ aise - Ci sarà anche l’Italia fra i Paesi che ospiteranno un computer di classe pre-exascale, un supercomputer con elevatissime capacità di calcolo, nell’ambito delle azioni che l’Europa sta mettendo in campo per sostenere la diffusione dell'high performance computing come volano di crescita e innovazione. La nomina dell’Italia quale Paese ospitante è avvenuta nell'ultimo Governing Board dell’European High Performance Computing Joint Undertaking, realtà voluta dalla Commissione europea per promuovere lo sviluppo di una rete di supercomputer, che ha avuto il compito di scegliere le sedi di questo progetto internazionale.
Il nostro Paese si è proposto lo scorso 21 gennaio, grazie a un Consorzio congiunto con la Slovenia guidato dal Consorzio Interuniversitario CINECA, insieme all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA). La sede prevista è Bologna. “Per l’Italia questa notizia è motivo di orgoglio. È il frutto di un importante lavoro di squadra”, sottolinea il Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca Marco Bussetti che esprime “grande soddisfazione” per il risultato raggiunto. Arriva poi in Italia la traduzione del manuale di ‘Analisi del comportamento applicata’, un volume ritenuto pietra miliare per gli studiosi della metodologia ABA nel campo dell’autismo. E, in qualche modo, questo best-seller parla tarantino, dal momento che la versione italiana è distribuita da ABC Centro ABA. La traduzione è a cura di Simon Izzo e Jessica Dean, mentre la revisione è a cura di Federica Doria. Tre professionisti, tutti particolarmente legati al territorio ionico. In particolare Izzo e Dean, rispettivamente presidente e direttrice clinica del Centro, lavorano in tutto il mondo, ma fanno base a Taranto. Pubblicato per la prima volta nel 1987, il libro ‘Applied Behavior Analysis’ rappresenta tutt’oggi il testo principale nelle università degli Stati Uniti e all’estero nei programmi accademici specificatamente dedicati allo studio della materia e, più in generale, di qualsiasi comportamento umano e animale. Scritto da J. Cooper, T. Heron e W. Heward e sino ad ora soltanto in inglese, spagnolo e russo, è un testo completo di applicazioni e metodi di ricerca, considerato prezioso per studenti, educatori e professionisti.
Si tratta di una notizia di grande prestigio per il territorio, considerando che, proprio uno degli autori, il professor William Heward dell’Ohio State University, ritenuto uno dei massimi luminari del settore, era stato ospite a Taranto in occasione dell’inaugurazione del Centro ABA. Un’ulteriore conferma di eccellenza.
“Questo testo- spiega Simon Izzo- è un riferimento per gli addetti ai lavori e viene considerato la bibbia dell’analisi comportamentale applicata. Per noi è una grande soddisfazione aver dato questo contributo e immaginare che, da ora in poi, sarà accessibile a migliaia di italiani”. Infine: Il Consiglio Nazionale delle Ricerche e il Fraunhofer-Gesellschaft hanno firmato nella sede del CNR a Roma un memorandum d'intesa. Il MOU è stato siglato dal Presidente del CNR Prof. Massimo Inguscio e dal Presidente del Fraunhofer Prof. Dr. Reimund Negerbauer.
Il CNR è la principale organizzazione pubblica di ricerca in Italia, conta quasi 10 mila dipendenti ed è organizzata in un centinaio di Istituti distribuiti in tutta Italia, raggruppati in sette Dipartimenti che coprono le principali aree della scienza e della cultura. Il Fraunhofer è l'istituzione leader in Europa per la ricerca applicata, con oltre 26.600 dipendenti e 72 istituti e unità di ricerca. I due Enti hanno già collaborato in diversi progetti europei: con questo accordo svilupperanno relazioni più strette e estenderanno le loro attività congiunte, tra gli altri, nei settori delle Comunicazioni quantistiche, dell’Agricoltura intelligente, del Patrimonio culturale, dell’Industria 4.0. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi