SALONE DEL CAMPER 2020: IL TURISMO IN LIBERTÀ DOMINA L’ESTATE 2020

SALONE DEL CAMPER 2020: IL TURISMO IN LIBERTÀ DOMINA L’ESTATE 2020

PARMA\ aise\ - Cresce l’attesa per il Salone del Camper 2020, confermato alle Fiere di Parma dal 12 al 20 settembre.
Non si può nascondere che ci sia grande curiosità attorno a quella che si preannuncia come una delle poche esposizioni dal vivo a cui si potrà assistere in questo anno così particolare, nonché la prima in assoluto di questa stagione nel complesso fieristico parmense. Ma i numeri sono tutti dalla parte del Salone, prontissimo per la sua undicesima edizione: sono infatti di pochi giorni fa le incoraggianti cifre rese note dall’APC – Associazione Produttori Caravan e Camper, primo partner di Fiere di Parma nell’organizzazione della kermesse, secondo cui per quest’estate sono attesi nelle strade del nostro Paese almeno 1.200.000 camperisti (800.000 italiani e 400.000 stranieri circa). Non solo: le immatricolazioni di camper in questi primissimi mesi post-lockdown sono tornate a fare numeri eccellenti con un maggio uguale a quello del 2019, ma con un +17% per i camper a noleggio, e addirittura un giugno che ha fatto registrare +50% sull’omologo dell’anno scorso. Dati che non fanno altro che confermare come l’estate 2020 sia veramente all’insegna del Turismo in Libertà e che non si possa trovare conclusione migliore nell’evento clou per gli appassionati, il Salone di Parma, manifestazione di settore tra le due più importanti del mondo.
Da sabato 12 a domenica 20 settembre nei padiglioni 3-4-5-6 delle Fiere di Parma il gotha del camperismo si ritroverà come al solito in un clima di festa e di gioia, adottando naturalmente tutte le misure sanitarie e sociali che l’emergenza Covid-19 prevede ma senza per questo snaturare lo spirito del Salone. Sui 61.000 metri quadrati di superficie espositiva sarà possibile toccare con mano le novità più interessanti di tutti i grandi marchi presenti: Adria, Airstream, Arca, Autostar, Benimar, Blucamp, Carthago, Challenger, Chausson, CI, Dreamer, Elnagh, Euramobil, FCA, Ford, Font Vendome, Giotti Line, Itineo, Knaus Tabbert, Malibu, McLouis, Mobilvetta, Rapido, Rimor, Roller Team, Sun Living, Vantourer, Westfalia e XGo.
Il Salone però non è solo mezzi, naturalmente i protagonisti principali: è anche turismo e voglia di conoscere nuove località da visitare a bordo del proprio camper. La sezione “Percorsi & Mete” consente di conoscere luoghi e destinazioni ideali per il Turismo in Libertà, con una ricca proposta di guide e prodotti editoriali in grado di indirizzare e consigliare esperti e neofiti di questo life-style.
Per questa edizione 2020, il Salone consiglia una serie di sedi top:
Parma, intanto, Capitale Italiana della Cultura 2020 e 2021, e la sua provincia alla scoperta delle bellezze paesaggistiche, artistiche e gastronomiche del territorio, con visita ai Musei del Cibo: Parmigiano Reggiano, Salame di Felino, Culatello di Zibello, pasta, pomodoro, per un’esperienza degli eccellenti prodotti tipici targati Parma.
I 4 cantoni della Toscana interna: incastrate fra Appennini e Alpi Apuane si aprono le due valli della Garfagnana (con i Comuni di Fabbriche di Vergemoli e Gallicano) e della Lunigiana (con i comuni di Casola in Lunigiana e Fosdinovo).
E poi il tour alla Pietra di Bismantova, nell’Appennino Reggiano, dove è possibile trovare in ogni stagione colori, panorami, attività e ovviamente sapori che soddisfino tutte le esigenze di chi viaggia.
Senza dimenticare i camping e villaggi della Romagna, classificati a 3 e 4 stelle, affacciati sulla Costa Adriatica dell’Emilia Romagna, dal Delta del Po a Riccione.
Più a sud in Puglia alla scoperta del grande patrimonio artistico, culturale e naturale della penisola Salentina: i gioielli di Trani, Castel del Monte, Alberobello con i famosi trulli, la “Città Bianca” di Ostuni, Lecce e Otranto.
E poi di nuovo a nord, Langhe, Roero e Monferrato, un pittoresco angolo geologico collinare a cavallo di un Piemonte che genera immediatamente immagini legate ai gusti ed ai sapori delle produzioni locali: vini, oli, tartufi, piccoli frutti di bosco, nocciole di alta qualità, prodotti della pasticceria e della cioccolateria italiana.
Sulle orme di San Francesco d'Assisi, si percorre l'Umbria, visitando Todi, Gubbio, Perugia, Camaldoli e molti altri punti importanti e affascinanti della regione; mentre in Calabria, tra monti, parchi naturali, spiagge bianchissime e mare limpido, ma anche tesori archeologici, borghi affascinanti e sapori unici come la cipolla di Tropea, i peperoncini di Soverato (spiaggia d’oro), la ‘nduja, la liquirizia e il bergamotto.
Infine il Friuli Venezia Giulia, tra i leggendari cammini nei luoghi della Grande Guerra o i numerosi itinerari culturali con ricchezze come Aquileia o i sentieri ebraici di Trieste o, ancora, alla scoperta dei percorsi pasoliniani.
L’offerta del Salone prevede, come sempre, anche sezioni a tema che, col passare degli anni, sono diventate sempre più “cult” per i visitatori: “La Strada dei Sapori” (vetrina di eccellenze artigianali della tradizione regionale italiana); il Baby Parking (area di custodia e intrattenimento attivo tutti i giorni, con la presenza di educatori professionali); Area Amici a 4 Zampe (attività ludiche e sportive da svolgere insieme ai fedeli amici dell’uomo. Prove guidate e consigli di istruttori esperti); Educazione stradale – a cura della Polizia Municipale di Parma (attività per adulti e bambini volte a fornire le conoscenze di base sulle regole che disciplinano la circolazione nelle strade, attraverso video lezioni relative agli aggiornamenti del Codice della Strada che riguardano anche l’uso di monopattini elettrici e camper per gli adulti; per i più piccini una tombola sull’educazione stradale e lavoretti manuali come la costruzione di un disco orario, di una paletta da agente di polizia locale, e altri). (aise)


Newsletter
Archivi