Segnali di ripresa

ROMA – focus/ aise - L'Ambasciata d'Italia di Lusaka e l'ICE, Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, organizzano la Country Presentation “Doing Business in Zambia”, con focus sui settori agroindustria, energie rinnovabili e trattamento delle acque.
L'iniziativa è diretta alle aziende dell'intero territorio nazionale interessate ad approfondire le opportunità di collaborazione industriale in Zambia, con particolare riguardo ai settori specificati.
L’evento avrà luogo in modalità webinar e sarà realizzato su Piattaforma Fiera Smart 365 il 14 aprile a partire dalle ore 10:00. Per aderire, gli interessati sono invitati a compilare il modulo disponibile online entro l’11 aprile 2021, indicando se interessati a partecipare agli incontri bilaterali. Le aziende zambiane, così come i relatori zambiani, saranno riuniti e in collegamento presso il Centro Culturale italo-Zambiano a Lusaka. La partecipazione al webinar è gratuita e la lingua dei lavori sarà l'inglese.
Lo Zambia è un Paese ancora poco noto che offre numerose opportunità, spesso inesplorate, per le aziende italiane. Nonostante la forte contrazione economica subita a causa della pandemia da Covid 19 (3,8% del PIL reale nel 2020), già nel 2021 sono previsti i primi segnali di crescita, con un valore finale stimato del 3,2%. Questa tendenza positiva continuerà nel 2022-24, rafforzandosi gradualmente, fino a raggiungere il 5,5% nel 2024. L'interscambio tra Italia e Zambia mostra un trend dei volumi costante dal 2016. In ambito UE, l'Italia è il terzo paese importatore ed il sesto esportatore, con un valore che ha raggiunto i 70 milioni di euro circa nel 2019. Le esportazioni consistono prevalentemente in macchinari e le importazioni riguardano esclusivamente i prodotti della metallurgia.
L’agricoltura e il settore della trasformazione agricola rappresentano circa il 40% del PIL dello Zambia, il 15% delle esportazioni del paese e quasi l’80% della forza lavoro impiegata. Si rileva una forte necessità di aumentare e diversificare la produzione agricola (mais, frumento, soia, tabacco, zucchero e cotone).
La richiesta di energia, con particolare attenzione alle rinnovabili, è in costante aumento, con una crescita media del 5% negli ultimi dieci anni, e molte sono le nuove politiche per favorire gli investimenti esteri nel settore, con concessioni fiscali e garanzie per il rimpatrio dei profitti, a cui il Governo zambiano attribuisce particolare importanza (con focus sui progetti di Public Private Partnership).
Quanto, infine, alla gestione delle acque reflue, lo Zambia, come molti altri paesi africani, ha adottato standard e linee guida per la protezione dell’ambiente e misure per il trattamento e lo scarico dei reflui inquinanti, civili ed industriali. Purtroppo, numerosi problemi gestionali rendono difficile la completa messa in esercizio di tali direttive. In particolare si evidenzia la necessità di efficienti sistemi di raccolta e trattamento delle acque reflue.
Nonostante lo Zambia presenti ancora alcune criticità, quali l’alto tasso di povertà di una significativa quota della popolazione e molte carenze infrastrutturali, è un Paese sicuro e politicamente stabile, con un Governo attento a migliorare il clima d'affari e attrarre nuovi investitori.
Voglia di libertà e di vita all’aria aperta. Le vacanze in camper sono state il trend dell’estate 2020 e si candidano a essere nella top list delle scelte degli italiani anche nel 2021. Punto di riferimento per tutti gli appassionati, il Salone del Camper torna a Fiere di Parma dall’11 al 19 settembre 2021.
Organizzato con APC, Associazione Produttori Caravan e Camper, con i suoi 150 mila metri quadrati il Salone del Camper è uno dei principali eventi internazionali di settore. L’esposizione si rivolge a chi del camper ha fatto una filosofia di vita, ma anche a chi si sta avvicinando a questo mondo e vuole scoprirne novità e segreti. Perché il futuro del turismo è proprio l’outdoor, sinonimo di una vacanza libera, sicura, che sa regalare emozioni.
La fiera si sviluppa su 5 padiglioni che ospitano diverse aree merceologiche: Caravan e Camper, dove sono presenti le più importanti aziende europee del settore; Accessori per i veicoli e complementi utili a rendere più confortevole la vacanza; Shopping, con prodotti per la vita outdoor e per i piccoli spazi; Percorsi e mete, sezione di promozione turistica per conoscere luoghi e destinazioni ideali per il turismo in libertà.
Sarà un'estate open air
Se questa Pasqua ci vede ancora stanziali, si guarda al futuro e all'estate con ottimismo e voglia di vacanze. Meglio se in libertà e a contatto con la natura. Quella del 2020 è stata l’estate del camper e il 2021 segnerà sicuramente un’ulteriore crescita di gradimento. Il 2020, come dimostrano i dati di APC, si è concluso con un segno positivo per il settore della camperistica in Italia. Le immatricolazioni di camper nuovi nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 hanno visto un incremento del 7,44% rispetto allo stesso periodo del 2019.
Giugno 2020 ha segnato un + 50% sullo stesso periodo dell’anno precedente e addirittura + 114% su luglio 2019. In un solo mese sono state recuperate tutte le perdite precedentemente registrate durante il lockdown, portando il settore a diventare uno dei motori trainanti dell’economia del Paese. “I nostri indicatori – sottolinea Simone Niccolai, Presidente APC - ci dicono che la domanda resterà alta e non solo per motivi di sicurezza, ma anche perché il camper sta diventando uno stile di vita trendy. Siamo quindi molto fiduciosi nell’andamento delle vendite per il 2021”.
Vacanze in libertà, settore in continua crescita
Un nuovo modo di pensare e vivere il tempo libero. Lo scorso anno oltre un milione di camperisti ha gremito le aree di sosta e le piazzole italiane durante i mesi estivi. Non serve prenotare e si ha tutto a disposizione in modo sicuro ed esclusivo. La vacanza in camper ridona senso di libertà.
“Il turismo diventa sempre più esperienziale”, precisa Antonio Cellie, amministratore delegato Fiere di Parma. “Secondo un recente studio dell’Osservatorio Turismo Nomisma, il 50% di chi ha fatto almeno un viaggio tra giugno e agosto 2020 ha preferito una vacanza nella natura. Il 44% ha scelto una meta adatta a lunghe passeggiate, il 20% con possibilità di praticare sport all’aria aperta e il 18% ideale per escursioni in bicicletta. Tutti indicatori che fanno guardare avanti con ottimismo, perché la vacanza in camper è in perfetta sintonia con queste esigenze. Non solo, il camperismo si proietta a diventare un acceleratore economico per la ripresa dei territori, soprattutto per quelli più lontani dalle rotte del turismo tradizionale”.
Salone del Camper, tutto per il turismo in libertà
La vacanza in camper è destinata a passare da settore di nicchia a vero e proprio stile di vita. E le case produttrici si adeguano a tutte le nuove esigenze in termini di sicurezza, materiali, design, innovazione, tecnologia e sostenibilità.
Al Salone del Camper di Parma, dall’11 al 19 settembre gli appassionati potranno muoversi tra tutte le novità di camper, caravan, componentistica e accessori. Ad oggi hanno confermato la loro adesione le principali aziende produttrici di camper e caravan, come Adria, Arca, Autostar, Benimar, Blue Camp, Buerstner, Carado, Carthago, Challenger e Chausson, Dethleffs, Elnagh, Etrusco, Eura Mobil, Font Vendome, Frankia, Giottiline, Hymer, Knaus Tabbert, Laika, Luano Camp, Malibu, McLouis, Mobil Tech, Mobilvetta, Morelo Reisemobile, My Home Autocaravans, PLA, Poessl Freizeit und Sport, Rapido, Rimor, Roller Team, Sunlight, Top Group, Tourne Mobil, Trigano, Vantourer, Westfalia Mobil.
Tra le aziende produttrici di accessori e componentistica hanno confermato tra gli altri la loro partecipazione: Brunner, Euro Accessoires, Fiamma, Indel B, Narbonne, Vitrifrigo, Thetford, Teleco Top Group, Vecamplast.
Ognuno potrà trovare il proprio mezzo ideale: chi viaggia con la famiglia troverà camper mansardati e motorhome; innamorati che vogliono concedersi una fuga d’amore, un Van perfetto anche per muoversi in città; chi parte all’avventura, un camper agile e pratico come il semintegrato compatto; chi in viaggio deve anche lavorare, le ultime soluzioni ultra tecnologiche per essere sempre connessi; chi opta per una vacanza sostenibile camper progettati per il basso consumo energetico, con regolatori elettronici del flusso d’acqua e luci a led; la caravan per chi si può concedere il lusso di vacanze più lunghe e quando si innamora di un paesaggio decide di fermarsi per vivere appieno quel luogo; motorhome per chi cerca il lusso estremo di ampi spazi personalizzati, anche per stupire gli ospiti. Uno spazio speciale è riservato alla tenda, tanto amata dalla generazione Erasmus e al carrello tenda, primo approccio delle giovani coppie all'abitar viaggiando.
Percorsi e Mete, viaggiare in libertà
Il Salone del Camper non è solo una vetrina per i migliori mezzi e le novità di accessori e componenti. Diventa anche un punto di riferimento per chi vuole conoscere nuove località da scoprire a bordo del proprio camper o della propria caravan, in bici o in moto. Oltre ad essere un appuntamento ineludibile per i camperisti è un momento di incontro per tutti i viaggiatori.
Nella sezione “Percorsi e Mete” vengono presentati itinerari ideali per il turismo in libertà, idee per turismo di prossimità, che stupisce con la scoperta di piccoli gioielli spesso sconosciuti e a portata di mano, weekend insoliti o viaggi più avventurosi a cui dedicare magari qualche settimana e staccare completamente la spina. All’itinerario vero e proprio vengono affiancate proposte per rendere ancora più coinvolgente la vacanza, come gli sport outdoor per eccellenza, trekking e bicicletta, che uniscono la vacanza in libertà, attiva e sostenibile.
Uno spazio particolare è dedicato alla stampa di settore, guide e prodotti editoriali, utili sia per gli esperti del settore che vogliono essere sempre informati sulle novità e per chi si avvicina a questo particolare stile di vivere la vacanza. (focus\ aise)