"VENEZIA A SEOUL" ANCHE NEL 2020

"VENEZIA A SEOUL" ANCHE NEL 2020

SEOUL\ aise\ - Per l’ottavo anno consecutivo in Corea del Sud si terrà la rassegna intitolata "Venezia a Seoul", organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Seoul, la Cinematheque Seoul Art Cinema e La Biennale di Venezia. Quest’anno la manifestazione si svolge dal 15 al 23 gennaio 2020.
Durante la rassegna si potranno ammirare ben 12 titoli italiani nuovi o restaurati, proiettati in prima mondiale con successo e grande curiosità del pubblico alla 75a Mostra di Venezia in Concorso, Fuori Concorso, Orizzonti e Venezia Classici.
Della sezione Venezia 76 verranno proiettati due film: "La Mafia non è più quella di una volta" di Franco Maresco, insignito del Premio speciale della giuria del Festival, che inaugura la rassegna, e "Il sindaco del Rione Sanità" di Mario Martone. Tra i film Fuori concorso "Vivere" di Francesca Archibugi e "Tutto il mio folle amore" di Gabriele Salvatores, grazie alla concessione del distributore coreano Seonik films; e poi "Sole" di Carlo Sironi e "Nevia" di Nunzia De Stefano per la sezione Orizzonti. Della sezione Venezia Classici saranno presentati tre film restaurati, "Lo sceicco bianco" di Federico Fellini e "La commare secca" e "La strategia del ragno" di Bernardo Bertolucci, e tre documentari sul cinema: "Fellini fine mai" di Eugenio Cappuccio, "Fulci for fake" di Simone Scafidi e "Boia, maschere e segreti: l’horror italiano degli anni sessanta" di Steve Della Casa.
Le proiezioni del film "Lo sceicco bianco" e del documentario "Fellini fine mai" andranno a celebrare il 100° anniversario della nascita del grande maestro del cinema italiano Federico Fellini, avvenuta proprio cento anni fa, il 20 gennaio 1920. La celebrazione sarà arricchita dalla presenza del regista Eugenio Cappuccio che ha collaborato direttamente con il grande maestro.
"Siamo certi che anche quest’anno il programma che presentiamo soddisferà le aspettative del pubblico coreano e confidiamo che le proiezioni di quest’anno contribuiranno ad una maggiore diffusione del cinema italiano nella repubblica di Corea", sottolineano dall’Istituto Italiano di Cultura di Seoul, "orgoglioso" che la collaborazione con la Fondazione La Biennale di Venezia e la Cinemathèque Seoul Art Cinema continui e si rinnovi anno dopo anno. "I film selezionati quest’anno offrono, per qualità e quantità, uno spaccato significativo sia delle nuove tendenze del cinema italiano, sia della sua migliore tradizione, e confermano Seoul come tappa sempre più importante del progetto culturale di promozione e diffusione del cinema italiano nel mondo, avviato nell’ultimo decennio dalla Biennale di Venezia", concludono da Seoul. (aise)


Newsletter
Archivi