ACCORDO ANAS E RDIF PER LO SVILUPPO DI PROGETTI STRADALI IN RUSSIA PER OLTRE 1.100 KM

ACCORDO ANAS E RDIF PER LO SVILUPPO DI PROGETTI STRADALI IN RUSSIA PER OLTRE 1.100 KM

ROMA\ aise\ - Anas (Gruppo FS Italiane) e il Russian Direct Investment Fund (RDIF) hanno firmato oggi a Mosca due accordi per lo sviluppo congiunto di investimenti pari a oltre 11,6 miliardi di euro riguardanti 1.100 km di infrastrutture stradali in Russia.
L’accordo firmato dall’Amministratore Delegato di Anas Gianni Vittorio Armani, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e del Presidente russo Vladimir Putin, sancisce la partecipazione di Anas, tramite Anas International Enterprise (Aie), nell’implementazione di progetti autostradali a pedaggio individuati nel “Piano generale per la modernizzazione e sviluppo delle infrastrutture chiave in Russia”.
In base all’accordo, Anas assume il ruolo di co-concessionario per tratte autostradali, svolgendo attività di operation & maintenance, servizi di gestione autostradale e formazione soprattutto nel settore degli impianti e delle tecnologie di pedaggio e di controllo del traffico. In particolare, l’accordo riguarda i seguenti progetti infrastrutturali: costruzione e gestione di una tratta del bypass di Krasnodar sulla M4 Don nella parte occidentale del paese (per una lunghezza totale di 52,6 km) dal valore complessivo di circa 450 milioni di euro, per la quale Anas sarà Co-concessionaria insieme a RDIF ed erogherà servizi di operation e maintenance; ammodernamento e gestione dell’autostrada M4 a nord di Rostov/Don (Sezione 3, per una lunghezza totale di 309 km) dal valore di oltre 70 milioni di euro per la quale sarà Anas Co-concessionaria insieme a RDIF. La tratta, partendo da Mosca, raggiunge Novorossiysk passando per Voronezh, Rostov-sul-Don e Krasnodar.
L’accordo riguarda anche il futuro coinvolgimento di Anas nella costruzione della superstrada “Moscow-Nizhny Novgorod-Kazan”, all’interno del corridoio di trasporti internazionale “Europe-Western China” (lunghezza totale circa 729 km). Il progetto Mosca-Kazan, uno dei più grandi progetti autostradali previsti nel prossimo futuro, è destinato a connettere velocemente Europa e Cina e prevede lavori per un valore che potrà sfiorare i 10 miliardi di euro.
A margine degli incontri è stato firmato anche un secondo accordo che attribuisce ad Anas il ruolo di Co-concessionario insieme a RDIF per l’implementazione del progetto per 96,5 km relativo alla quarta sezione del Central Ring Road di Mosca del valore di 1,1 miliardi di euro. La sezione quattro del Central Ring Road attraverserà la zona sudorientale della regione di Mosca. Il suo punto di inizio è fissato all’intersezione con l’autostrada M-7 “Volga” (chilometro zero dell’autostrada A-113 CKAD) per terminare all’intersezione con la M-4 “Don”. Questa sezione del Central Ring Road attraverserà i comuni di Noginsk, Pavlovo-Posadsky, Voskresensky e Ramensky, ed i distretti urbani di Elektrostal e Domodedovo. La prima fase del progetto prevede la realizzazione di quattro corsie di traffico (due per ogni direzione) e la costruzione di 17 ponti, 40 sovrapassaggi e 9 cavalcavia.
“Sono molto soddisfatto degli accordi – ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Anas Gianni Vittorio Armani – che confermano la solidità dell’ottimo rapporto costruito con i nostri partner russi e fanno di Anas la concessionaria di rilevanti tratte autostradali. Quando abbiamo iniziato le attività sull’autostrada M4 tra Krasnodar e Rostov, circa un anno fa, siamo partiti da un progetto pilota su 228 km e, oggi, questa firma conferma la sinergia tra i due Paesi. Il know how e le best practice di Anas sono state applicate con successo grazie alla collaborazione con il Fondo russo per lo sviluppo delle infrastrutture (RDIF), attivo nel sostenere gli investimenti stranieri, ed è stato fondamentale anche il quadro regolatorio orientato al mercato internazionale. Anas diventa strategica nella modernizzazione delle infrastrutture viarie in Russia, come mostra anche il nostro coinvolgimento nel progetto per la quarta sezione del Central Ring Road di Mosca”.
“Accogliamo positivamente l’estensione della nostra partnership con Anas – ha dichiarato Kirill Dmitriev, CEO del Russian Direct Investment Fund (RDIF), che si è dimostrato un partner qualificato e affidabile nell’esecuzione delle attività eseguite sull’autostrada M4 “Don” e che ha dimostrato il suo interesse strategico nell’ampliare la propria presenza sul mercato russo. Questo ulteriore consolidamento del nostro lavoro insieme assicurerà l’alta qualità delle attività attraverso l’applicazione delle best practice di Anas e l’impiego di nuove tecnologie sulla rete stradale russa. Grazie alla nostra partnership sarà migliorata la sicurezza delle strade del nostro Paese, dando un nuovo stimolo allo sviluppo delle regioni russe”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi