ALLA FIERA DELL’EST

ALLA FIERA DELL’EST

ROMA – focus/ aise – Si sono chiusi venerdì scorso i Technology Days Russia, che si sono tenuti a Mosca e Novosibirsk dal 24 al 28 settembre. Hanno partecipato a questo grande evento anche aziende italiane, coordinate dall’Agenzia Ice in collaborazione con l’Associazione di categoria ANIE. L'evento nasce della rinnovata collaborazione commerciale tra la Russia e l'Italia che si conferma quinto Paese fornitore in un mercato molto dinamico, nonostante le sanzioni internazionali. Le due Regioni, Mosca e Novosibirsk, sono poli di riferimento per tutte le grandi aziende nazionali, tappe fondamentali dunque per intercettare le crescenti opportunità di collaborazione in settori che si stanno rivelando strategici per il Paese. Per ciascuna azienda partecipante sono stati organizzati incontri B2B con le controparti locali, secondo un'agenda personalizzata di appuntamenti, con l'obiettivo di favorire la collaborazione commerciale e le opportunità di business.
Si è tenuto invece il 23 settembre, presso il Chengdu International Convention Center, il Forum italo-cinese su economia circolare e sviluppo verde, che si è inserito nell’ambito delle attività programmate in occasione della partecipazione dell’Italia come Paese ospite d’onore nel corso della 17^ edizione della Western China International Fair, alla cui organizzazione ha fattivamente partecipato il Consolato Generale d’Italia a Chongqing. La manifestazione ha affrontato alcune delle principali tematiche legate all’economia circolare, quali la riduzione delle emissioni di CO2 sia in Cina che in Italia, la creazione di un modello di sviluppo industriale eco-sostenibile, l’utilizzo delle green technologies e l’integrazione socio-economico-ambientale in un’ottica di sviluppo sostenibile. Sempre a Est, ma più vicini all’Italia, le Università partner del progetto BEAT – Blue enhancement action for technology transfer, hanno tenuto, venerdì scorso, una lezione in Croazia sullo sviluppo tecnologico sostenibile per l’economia del mare nel corso della Fiera Nautica di Fiume, organizzata e promossa dalla Camera dell’Economia di Fiume all’interno del progetto Interreg V Italia Croazia 2014 – 2020.
Il progetto BEAT, destinato a sviluppare la cantieristica navale e rafforzare le relazioni commerciali fra imprese e centri di ricerca nell’area adriatica, vede collaborare sette partner transfrontalieri: Unioncamere del Veneto; Autorità portuale di Venezia; Concentro - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Pordenone; Università di Trieste - Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche; Maritime Technology Cluster FVG; Agenzia per lo sviluppo regionale della Regione dell’Istria e Università di Fiume - Dipartimento di Biotecnologie. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi