BOLOGNA CHILDREN'S BOOK FAIR: VANTO ITALIANO NEL MONDO

BOLOGNA CHILDREN

ROMA – focus\aise\ - Bologna Children’s Book Fair è la vincitrice del premio americano The Carle Honors nella categoria Bridge, dedicato a coloro che abbiano trovato forme brillanti e sempre innovative per aiutare a diffondere la cultura del libro e dell’illustrazione in tutto il mondo.
Dopo essersi presentata, nel solo 2018, con successo a Tokyo e in altre città giapponesi, a New York, negli Emirati Arabi e a breve Shanghai ed aver portato la Mostra dell’Illustrazione in un tour internazionale che ha toccato Madrid, Berlino, Sofia, Pechino, Il Cairo, Teheran, Canton, Santiago del Cile, Atene, Salonicco ed ora anche Lima e San Paolo del Brasile, una nuova attestazione di stima giunge alla rassegna riconosciuta ormai in tutto il mondo come vera e propria eccellenza.
La cerimonia di premiazione della tredicesima edizione del riconoscimento assegnato dall’Eric Carle Museum si è svolta il 27 settembre a New York. È stata Elena Pasoli, exhibition manager della Bologna Children’s Book Fair, a ritirare il riconoscimento che conferma la Fiera di Bologna nel suo ruolo di "ponte" che da oltre cinquant'anni unisce in forme e modi sempre nuovi il mondo del libro e dell'illustrazione per ragazzi, rendendosi sempre più palcoscenico di incontri e scambi globali, grazie anche alle nuove collaborazioni e ai nuovi progetti come la New York Rights Fair e la China Shanghai International Children’s Book Fair, in arrivo dal 9 all’11 novembre.
Una Fiera che riesce a stringere legami tra culture diverse, nella convinzione che i libri illustrati siano uno strumento di apertura mentale unico per crescere come cittadini del mondo.
Quattro i riconoscimenti assegnati a New York: con Bologna Children’s Book Fair sono stati premiati l’artista e illustratore americano Paul O.Zelinsky, vincitore nella categoria Artist, per artisti di cui si riconosca l'impegno duraturo nell'innovazione del settore; la Maurice Sendak Foundation, premiata per il progetto di supporto agli artisti nel loro lavoro creativo nella categoria Angel, per chi abbia messo a disposizione le proprie preziose risorse, cruciali per la realizzazione di mostre, programmi educativi e progetti aventi come oggetto i libri illustrati; e Rudine Sims Bishop, autrice e professore emerito della Ohio State University, nella categoria Mentor, per editor, designer o educatori che sostengano l'arte dell'illustrazione.
Fondatore degli Honors è il critico e storico della letteratura per l'infanzia Leonard S. Marcus, a capo della commissione che ogni anno assegna i premi, nati nell’ambito delle attività di The Eric Carle Museum of Picture Book Art, un'organizzazione non-profit con sede ad Amherst, Massachussets. Fondato nel 2002 dal grande illustratore Eric Carle e dalla moglie e ispirato agli analoghi musei giapponesi, il Museo opera nel rispetto di una mission che consiste nell'ispirare l'amore per l'arte e la lettura attraverso mostre di illustrazione, la raccolta e l'esposizione di albi illustrati provenienti da tutto il mondo, e l'organizzazione di attività educative sul tema, rivolte tanto ai bambini quanto a genitori ed educatori. Vero e proprio centro culturale, il Carle dà ospitalità a oltre 11.000 oggetti, tra i quali 7.300 illustrazioni, ed è sede di tre gallerie, uno studio d'arte, un teatro e diverse biblioteche. (focus\aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi