BORGHESE (MAIE): CONTINUIAMO A LAVORARE A CORDOBA PER MIGLIORARE LA RETE CONSOLARE

BORGHESE (MAIE): CONTINUIAMO A LAVORARE A CORDOBA PER MIGLIORARE LA RETE CONSOLARE

ROMA\ aise\ - "Continuiamo a lavorare per migliorare la rete consolare italiana nel mondo". Così su Facebook l’on. Mario Borghese, vicepresidente del MAIE, commentando la notizia diffusa nei giorni scorsi dal Consolato Generale d’Italia a Cordoba: dal 1° gennaio 2019 i cittadini italiani residenti nelle province di Salta, Jujuy, Tucumán e Santiago Del Estero potranno utilizzare un nuovo servizio che permetterà loro di richiedere il passaporto senza bisogno di viaggiare a Cordoba.
I cittadini interessati al servizio potranno prenotare un turno attraverso il sistema Prenota Online "Pasaportes Noa": il Consolato organizzerà periodicamente appuntamenti nelle capitali (San Miguel de Tucuman, Salta, San Salvador de Jujuy e Santiago del Estero) delle quattro Province per la raccolta delle impronte digitali dei connazionali.
"Con il sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo, fondatore e presidente del MAIE, ci siamo presi l’impegno di migliorare i servizi consolari per gli italiani all’estero e lo vogliamo mantenere", commenta Borghese e conclude: "lo stiamo già facendo". (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi