CONCLUSA LA VISITA DEL PREMIER CONTE A MOSCA

CONCLUSA LA VISITA DEL PREMIER CONTE A MOSCA

ROMA\ aise\ - Russia e Italia sono legate da una “amicizia solida che va oltre le difficoltà del momento". Così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ieri ha concluso la sua visita ufficiale nella Federazione Russa.
Nel corso della due-giorni a Mosca, il Premier ha deposto una corona di fiori sulla Tomba del Milite Ignoto e ha visitato i padiglioni italiani delle esposizioni in corso all'Expocentre.
Successivamente ha incontrato il Primo Ministro della Federazione Russa, Dimitri Medvedev, al Palazzo dei Ricevimenti del Governo Russo e il Presidente Vladimir Putin al Cremlino. Al centro dei colloqui le relazioni politiche, economiche e culturali tra i due Paesi.
Nei colloqui, ha riferito Putin nel punto stampa, si è discusso su tutti i temi che vedono cooperare i due Paesi, ma soprattutto di relazioni economiche. Ieri, infatti, sono stati siglati 13 accordi commerciali per un valore complessivo d 1,5 miliardi di euro.
In questa occasione, Conte ha invitato Putin in Italia, perché “manca da troppo tempo. Non vorrei che il popolo italiano pensasse che lei non gli presta attenzione".
Nell’agenda del premier, come detto, anche l’incontro con gli imprenditori italiani, “donne e uomini preparati e vincenti che portano in alto il made in Italy in Europa e nel mondo. A loro – scrive Conte sulla sua pagina facebook – ho ribadito che l’Italia è un Paese che gode di buona salute, i fondamenti della nostra economia sono solidi. Ho avuto modo di apprezzare la dinamicità del nostro tessuto imprenditoriale. La grande qualità dei prodotti italiani e la competitività delle nostre imprese ci permettono di avere un surplus commerciale consistente, consolidando la posizione centrale dell’Italia nel commercio internazionale. Il Governo – assicura il Premier – farà la sua parte per far crescere le imprese italiane”.
La visita nella capitale russa del Presidente Conte si è conclusa con la mostra “Da Tiepolo a Canaletto e Guardi” al Museo Pushkin dove è stato intervistato dal Primo Vice Direttore Generale della TASS, Michail Gusman. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi