FESTIVAL ITALIA IN DOC: AL BOZAR DI BRUXELLES IL MEGLIO DEL DOCUMENTARIO ITALIANO

FESTIVAL ITALIA IN DOC: AL BOZAR DI BRUXELLES IL MEGLIO DEL DOCUMENTARIO ITALIANO

BRUXELLES\ aise\ - Si terrà dall’1 al 4 febbraio nella prestigiosa sede del Bozar a Bruxelles la terza edizione del Festival Italia In Doc.
La rassegna, organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, offre una vera e propria panoramica della grande vitalità della produzione documentaria italiana.
La selezione di quest’anno, con opere provenienti dai maggiori festival internazionali, presenterà dieci pellicole si contenderanno, attraverso una pluralità di linguaggi, il Premio della Giuria e il Premio del Pubblico: "Anatomia del miracolo" di Alessandra Celesia, "Barbiana '65 - La lezione di Don Milani" di Alessandro G. A. D'Alessandro, "Crazy for football" di Volfango De Biasi, "L'enigma di Jean Rouch a Torino - Cronaca di un film raté" di Marco di Castri, Paolo Favaro e Daniele Pianciola, "Ibi" di Andrea Segre, "Lievito madre" di Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria, "Sciuscià 70" di Mimmo Verdesca, "Il senso della bellezza" di Valerio Jalongo, "Talien" di Elia Mouatamid e "L'uomo che non cambiò la storia" di Enrico Caria.
La serata di chiusura, offrirà la proiezione in anteprima nazionale di un documentario inedito di Ermanno Olmi recentemente scoperto, "Il tentato suicidio nell’adolescenza (T.S. Giovanile)".
Il Festival Italia In Doc torna a raccontare il presente e a rileggere il passato attraverso i più interessanti documentari italiani dell’ultima stagione. Come ogni anno, verranno assegnati due premi: quello del pubblico e quello della giuria presieduta da Jean Gili e composta dal direttore dell’Insas Laurent Gross e dalla regista Flo Flamme. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi