IL FONDO SOVRANO DELL’OMAN INVESTE SU TORINO: IL GRUPPO SIGIT CREA UN POLO DI INNOVAZIONE DELL’INDUSTRIA PLASTICA

IL FONDO SOVRANO DELL’OMAN INVESTE SU TORINO: IL GRUPPO SIGIT CREA UN POLO DI INNOVAZIONE DELL’INDUSTRIA PLASTICA

TORINO\ aise\ - Si è tenuta oggi nella Sala Colonne di Palazzo Civico a Torino la conferenza stampa che annuncia ufficialmente il via ai lavori del gruppo Sigit per creare a Mirafiori un polo di innovazione legato al mondo dell’industria plastica; un progetto ambizioso che porterà a Torino eccellenza industriale, lavoro e sviluppo. Alberto Sacco, assessore al commercio della città di Torino, così ha commentato: “Il fatto che una società partecipata da un fondo sovrano decida di investire a Torino creando occupazione e possibilità di sviluppi futuri è un segnale forte e importante per la nostra città e per il Piemonte”.
Il progetto Sigit - leader europeo nell’industria di componenti plastici e in gomma per l’Automotive e per il settore dell’elettrodomestico - parte dalla riqualificazione di un edificio industriale in zona Mirafiori che verrà trasformato in uno smart building di ultima generazione.
L’Innovation Square Center sorgerà negli spazi dell’ex tipografia Mario Gros e sarà fortemente ispirato dalle logiche di smartworking e dell’impresa 4.0. Il nuovo centro sarà uno spazio aperto alla collaborazione tra le persone, un luogo di confronto per aziende e industrie grazie anche alle opportunità offerte dal digitale, un hub per i giovani che vogliono sviluppare l’innovazione a Torino e un laboratorio per tutti dove sperimentare il futuro per la crescita economica e sociale della città e del nostro Paese.
Pierangelo Decisi, presidente Soag (Sigit Oman Automotive Group), così ha commentato l’avvio dei lavori: “Siamo molto contenti di portare a Torino, attraverso il nostro progetto, eccellenza e sviluppo. Con il fondo sovrano dell’Oman abbiamo scelto di investire sul territorio che è simbolo dell’automotive in tutto il mondo e che, proprio a partire da progetti innovativi, può crescere e rappresentare un’opportunità importante, soprattutto per i giovani”.
L'incarico del coordinamento dello sviluppo delle fasi di progettazione dei lavori di riqualificazione sarà affidata ad architetti Under 40 tramite un concorso, supportato dall’Unione Industriale di Torino e da ANFIA, programmato dalla Fondazione per l’architettura di Torino e realizzato con il patrocinio del Comune di Torino. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi