LIBIA: NUOVO COMANDANTE DELLA TASK FORCE IPPOCRATE

LIBIA: NUOVO COMANDANTE DELLA TASK FORCE IPPOCRATE

MISURATA\ aise\ - La Task Force Ippocrate ha una nuova guida. Il contingente italiano, confluito nell’ambito della Missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia (MIASIT), è ora ai comandi di Gabriele Cosimo Garau, succeduto a Marco Iovinelli. Il passaggio delle consegne è avvenuto la scorsa settimana alla presenza del Comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI), Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone e di numerose Autorità Civili e Militari.
Nel suo intervento, riporta la Difesa, Cavo Dragone ha voluto ringraziare le numerose Autorità Civili e Militari libiche per il sostegno fornito a tutto il personale del Field Hospital nel corso delle delicate fasi del mandato, ha rimarcato l’operato dei medici italiani che, in stretta collaborazione con i colleghi ed amici libici, sono riusciti con la consueta generosità e professionalità ad alleviare le sofferenze dei circa 12.500 pazienti trattati nella struttura ospedaliera e nel corso delle numerose attività ambulatoriali anche all’esterno dell’ospedale da campo, rafforzando il già forte legame con la popolazione libica ed ancora di più l’immagine delle Forze Armate italiane.
La Missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia (MIASIT) ha lo scopo di fornire assistenza e supporto al Governo di Accordo nazionale libico ed è frutto della riconfigurazione, in un unico dispositivo, delle attività di supporto sanitario e umanitario previste dall’Operazione Ippocrate e di alcuni compiti di supporto tecnico-manutentivo a favore della Guardia costiera libica rientranti nell’operazione Mare Sicuro.
La nuova missione, che ha avuto inizio a gennaio 2018, ha l’obiettivo di rendere l’azione di assistenza e supporto in Libia maggiormente incisiva ed efficace, sostenendo le autorità libiche nell’azione di pacificazione e stabilizzazione del Paese e nel rafforzamento delle attività di controllo e contrasto dell’immigrazione illegale, dei traffici illegali e delle minacce alla sicurezza, in armonia con le linee di intervento decise dalle Nazioni Unite. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi