ONTARIO: LAZIALI IN PRIMO PIANO PER ECCELLENZA E SOLIDARIETÀ

ONTARIO: LAZIALI IN PRIMO PIANO PER ECCELLENZA E SOLIDARIETÀ

WOODBRIDGE\ aise\ - “La Settimana Laziale in Ontario, giunta alla 33ma edizione, si è conclusa con un Gala e la presenza di oltre 550 ospiti. La tre giorni ha avuto inizio con la serata dedicata agli assaggi di prodotti della terra laziale, il meglio della tradizione nelle ricette regionali preparate dalle associazioni aderenti alla Federazione Laziale. La seconda serata è stata dedicata ai problemi dei giovani con il Convegno coordinato da Marisanna Tersigni e Sabrina Baldesarre e gli interventi di esperti nel campo della finanza, medicina, problemi legali etc. A chiudere le attività della Settimana il Gala che è stato occasione per celebrare le eccellenze laziali , in Canada come in Italia, ma soprattutto contribuire ad una nobile causa: grazie allo spirito di solidarietà dei partecipanti sono stati raccolti venticinquemila dollari che contribuiranno alla realizzazione del primo Centro di cure palliative per malati terminali, Hospice Vaughan, che sorgerà nella città popolata anche da tanti canadesi di origine laziale”. A riportare notizia dell’evento è “Lo Specchio”, settimanale diretto a Woodbridge da Giovanna Tozzi.
“Gli oltre 550 convenuti al XXXIII Anniversary Gala hanno accolto con calore gli ospiti dall’Italia, in primis Antonio Fargiorgio, primo cittadino di Itri la città a cui, secondo tradizione la Federazione ha reso omaggio. Tante le autorità e personalità presenti, tra cui, da Queens Park, il ministro dello Sport, Turismo e Cultura Micheal Tibollo ed il Console Generale d’Italia a Toronto Dottor Eugenio Sgro.
Nel suo indirizzo - a nome di Tony Porretta, del maestro di cerimonia Sam Ciccolini e del Comitato di Presidenza preposto all’organizzazione del gala – il chair Vittorio Coco ha sottolineato l’importanza della Federazione e ha messo l’accento sulla partecipazione dei giovani, senza mai dimenticare i predecessori.
“Guardiamo al futuro, perché noi non siamo dei nostalgici, ma non possiamo dimenticare i padri fondatori del sodalizio laziale che 33 anni fa ebbero la brillante idea di racchiudere tutte le associazioni sotto l’ombrello della Federazione. A loro – ha detto Coco – dobbiamo tutto”.
Il giovane presidente Gianni Mignardi ha dato il benvenuto ricordando che lui è il primo presidente nato in Canada e che lavorerà per rinsaldare i legami tra le vecchie e nuove generazioni, tra chi è nato in Italia e chi non conosce la realtà dell’emigrazione perché nato in Canada, ma condivide la stessa matrice culturale, un collante fondamentale per continuare il cammino verso il futuro.
Momento significativo del Gala le premiazioni: il riconoscimento all’eccellenza che quest’anno ha premiato quattro illustri canadesi di origine laziale che si sono distinti in vari campi - dal mondo dell’imprenditoria, al volontariato, dal sociale alla filantropia.
A Maggiacomo è stato conferito il “Premio Laziale dell`Anno” per l`innovazione industriale; Gabriel Bianchi è stato premiato per imprenditoria, a Melissa Mancini - Marteli il “Community Builder”, mentre a Jesse Pagliaroli è stato consegnato il “Premio Laziale dell`Anno” per l`eccellenza. Il premio Comune dell`Anno è stato conferito alla città di Itri ed è stato consegnato al sindaco della cittadina del Basso Lazio, Avv. Antonio Fargiorgio”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi