POESIA E MUSICA NEI CANTAUTORI ITALIANI: UN RICORDO DI FABRIZIO DE ANDRÉ ALL’IIC DI CITTÀ DEL MESSICO

 POESIA E MUSICA NEI CANTAUTORI ITALIANI: UN RICORDO DI FABRIZIO DE ANDRÉ ALL’IIC DI CITTÀ DEL MESSICO

CITTÀ DEL MESSICO\ aise\ - "Poesia e musica nei cantautori italiani: un ricordo di Fabrizio De André" è il tema della conferenza che Massimo Leone, docente all’Università di Torino e all’Università di Shanghai, terrà il prossimo 30 gennaio, dalle 19.00, all’istituto Italiano di Cultura di Città del Messico.
Quando ascoltiamo le canzoni dei cantautori italiani degli anni ’60, ’70, e ’80, non possiamo non rimanere colpiti dalla qualità dei loro testi: metafore ricercate, parole rare, immagini liriche, tutto un repertorio di figure retoriche e contenuti tipici della poesia.
In particolare, nel caso di Fabrizio De André, ogni canzone racchiude un testo che è inevitabile cogliere anche nel suo valore letterario oltre che musicale. La presenza della poesia in De André si fa poi ancora più esplicita nel tentativo di mettere in musica, con l’album Non al denaro, non all’amore né al cielo (1971), una delle collezioni poetiche più celebri del Novecento, l’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters. Durante la conferenza, Leone condurrà i presenti nell’universo poetico e musicale di De André, per cercare di di decifrarne la precisa vena creativa e, a venti anni dalla scomparsa, ritornare sulle parole, sui suoni, ma anche sul messaggio esistenziale di uno dei maggiori cantautori italiani di sempre.
Massimo Leone è Professore Ordinario di semiotica, semiotica della cultura e semiotica dell’immagine presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino, Vice-Direttore per la Ricerca presso lo stesso Dipartimento, e Professore Ordinario a tempo parziale di semiotica presso il Dipartimento di Lingua e Letteratura Cinese dell’Università di Shanghai, Cina.
È stato ricercatore invitato presso il CNRS di Paris e il CSIC di Madrid, professore “Fulbright” presso il Graduate Theological Union di Berkeley, professore “Endeavour Research Award” nella Monash University di Melbourne, professore “Faculty Research Grant” presso l’Università di Toronto, professore invitato “Mairie de Paris" presso la Sorbona e professore invitato presso l'École Normale Supérieure di Lione (Collegium de Lyon), il Center for Advanced Studies dell’Università “Ludwig Maximilian” di Monaco di Baviera, presso l’Università di Kyoto, presso l’Institute of Advanced Study dell’Università di Durham, UK e presso l’IFK di Vienna, l’Università di Shanghai e il Käte Hamburger Kolleg Dynamics in the History of Religions between Asia and Europe di Bochum, Germania. Le sue ricerche si concentrano sulla semiotica della religione e sulla semiotica della cultura. È autore di otto monografie, oltre quattrocento articoli scientifici in varie lingue, e curatore di una trentina di volumi¿ collettivi. Dirige la rivista Lexia e le collane I saggi di Lexia e Semiotics of Religion. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi