47 MORTO CHE PARLA: IL CLASSICO DI CARLO LUDOVICO BRAGAGLIA A TIRANA CON L’IIC

47 MORTO CHE PARLA: IL CLASSICO DI CARLO LUDOVICO BRAGAGLIA A TIRANA CON L’IIC

TIRANA\ aise\ - Nuovo appuntamento, mercoledì 7 agosto, a Tirana con un grande classico del cinema italiano. Il CineClub dell’Istituto Italiano di Cultura, infatti, proporrà “47 morto che parla” di Carlo Ludovico Bragaglia, film del 1950 con Totò, Dante Maggio, Silvana Pampanini, Adriana Benetti e Carlo Croccolo. La proiezione inizierà alle 21 alla Tulla Nouvelle - terrace (Palazzo della Cultura).
Il barone Antonio Peletti è un avaraccio inviso a tutti. Suo padre morendo gli ha lasciato un tesoro in monete d'oro e gioielli, che egli tiene nascosto in un ripostiglio sotto l'impiantito: secondo il testamento paterno, metà del tesoro spetta al Municipio, che dovrà erigere una scuola, l'altra metà spetta al figlio di Antonio, Gastone. Ma il barone nega l'esistenza del testamento e del tesoro e caccia di casa Gastone, negando il suo assenso al di lui matrimonio con Marion. Gastone scopre per caso il tesoro, contenuto in una cassetta, e dopo essersene impadronito, sostituendolo con dei ciottoli, s'allontana dal paese. Per costringere il barone a dire la verità i maggiorenti del paese gli fanno una burla atroce: egli crede d'essere stato avvelenato e di trovarsi già nell'al di là...(aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi