AL VIA FILMING ITALY - LOS ANGELES

AL VIA FILMING ITALY - LOS ANGELES

LOS ANGELES\ aise\ - Claudia Cardinale, attrice di fama internazionale e icona di stile e bellezza, sarà la protagonista della quarta edizione di Filming Italy - Los Angeles, che si è aperta ieri, 29 gennaio, e proseguirà sino a domani, 31 gennaio, presso l’Istituto Italiano di Cultura Los Angeles e l’Harmony Gold Theater, alla presenza di personalità dell’industria cinematografica italiana e hollywoodiana.
Ad un anno dalla posa della Stella sulla Walk Of Fame, Gina Lollobrigida è tornata a Los Angeles come presidente onorario del Festival e per iniziare le riprese di "The Last Diva", un documentario che ripercorre la sua straordinaria carriera.
Creato e organizzato da Tiziana Rocca di Agnus Dei e Valeria Rumori, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura Los Angeles, Filming Italy - Los Angeles promuove l’Italia come set cinematografico e ponte tra la cultura italiana e americana.
Il Festival, con la direzione artistica di Tiziana Rocca, è presentato sotto gli auspici del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles e vede la presenza della console generale Silvia Chiave.
Da quest’anno Lazio Innova, società in house della Regione Lazio, è al fianco di Filming Italy insieme alla Direzione Cinema del MiBAC e ad ANICA.
Attraverso la promozione di produzioni cinematografiche italiane, Filming Italy - Los Angeles porta all’attenzione dell’industria hollywoodiana e del pubblico americano diversi aspetti dell’industria cinematografica italiana, quali località da set - oggi anche oggetto di nuove forme di turismo - e le professionalità che contribuiscono a far apprezzare il cinema italiano in tutto il mondo.
"Siamo molto soddisfatti di annunciare una quarta edizione, ancora una volta all’insegna del grande cinema e dei talenti italiani conosciuti e stimati in tutto il mondo e di avere come ospite d’onore una diva come Claudia Cardinale", ha detto il direttore artistico Tiziana Rocca alla vigilia dell’evento. "Filming Italy - Los Angeles è nato per portare all’attenzione degli addetti ai lavori hollywoodiani il grande patrimonio cinematografico e culturale del nostro Paese, attraverso i personaggi e i film che lo hanno reso unico, anche attraverso i nuovi talenti. La nostra mission è soprattutto quella di favorire l’internazionalizzazione, che da Los Angeles arrivasse in altre location, comprese quelle italiane. Lo scorso giugno a Forte Village e a Cagliari", ha ricordato Rocca, "abbiamo organizzato anche Filming Italy Sardegna Festival che ha registrato grande interesse di pubblico e stampa e la cui seconda edizione si terrà dal 13 al 16 giugno 2019".
L’Istituto Italiano di Cultura, come ha affermato la direttrice Valeria Rumori, "presenta ogni anno una programmazione ricca di eventi cinematografici anche con partner italiani e locali, con l’obiettivo di promuovere la produzione italiana di qualità nei suoi aspetti artistici, culturali e territoriali. Filming Italy è diventato uno degli appuntamenti più attesi a Los Angeles e nella California del Sud, e le personalità internazionali che vi partecipano dimostrano che il nostro cinema è un punto di riferimento nel mondo".
Tanti i film in programma e molti ospiti d’eccezione come Raoul Bova a presentare in esclusiva le prime immagini de "La Regina del Sud", prodotto da Telemondo Globas Studio e Netflix, e il sesto episodio della fortunata serie "I Medici – Lorenzo il Magnifico", andata in onda su Rai1. Ospite anche Giulio Base per presentare "Il banchiere anarchico" in una proiezione ufficiale della HFPA; e poi: Ellen Pompeo, l’attrice e modella israeliana Moran Atias, l’attore canadese Nolan Funk (Randy Haberkamp dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences di Los Angeles), Lola Tillyaeva, l’attore della serie TV italiana Gomorra Salvatore Esposito. Ed ancora: Steven Gaydos, vp ed executive editor di Variety; Patrizia Fersurella, produttrice di "Anche senza di te" e della Sunfilm Group, che riceverà il Filming Italy Producer Award; Angela Prudenzi, produttrice e sceneggiatrice di "Respiri", nonché componente del Comitato di selezione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia; e Giorgio Viaro, direttore di Best Movie.
Novità di questa edizione sarà la presentazione del bando "Lazio Cinema International" a cura di Cristina Priarone, direttore generale di Lazio Film Commission, grazie al quale la Regione Lazio ha cofinanziato importanti coproduzioni internazionali tra imprese cinematografiche laziali e straniere, da tutto il mondo.
Il bando, gestito da Lazio Innova e alimentato da fondi europei, in appena tre anni ha già cofinanziato la produzione di oltre 60 tra film e fiction di successo, portando nelle splendide location di Roma e del Lazio grandi registi, attori di fama internazionale e prestigiose produzioni internazionali e favorendo la distribuzione internazionale delle pellicole. Il nuovo bando, per il 2019, offre alle coproduzioni 2 finestre per presentare domanda, entrambe con un plafond di 5 milioni di euro ciascuna: la prima si è aperta nel novembre 2018 e si chiude il 14 febbraio 2019; la seconda finestra si aprirà il 30 maggio 2019 e si chiuderà il 31 luglio. La sovvenzione prevede un contributo a fondo perduto, commisurato alle spese ammissibili sostenute, relativamente alla quota italiana dei costi della coproduzione.
L’ANICA è accanto a Filming Italy è sin dalla prima edizione, grazie al supporto concesso dal presidente Rutelli. "È sempre una grande soddisfazione quando il cinema italiano, insieme ai suoi protagonisti, raggiunge il pubblico estero", ha osservato Roberto Stabile, responsabile delle relazioni internazionali ANICA e coordinatore dei Desk Audiovisivi presso ICE-Agenzia. "In questo caso, poi, vederli arrivare a Los Angeles, dove abbiamo tutta una serie di azioni in programma durante l’anno conferma nuovamente come la storia del nostro cinema sia ancora importante e internazionale e utile per le sinergie tra arte e culture differenti, oltre che per la promozione del Made in Italy a 360 gradi".
A Filming Italy - Los Angeles sarà presente anche Italy for Movies il portale nazionale degli incentivi e delle sedi voluto dal MiBAC e gestito operativamente da Istituto Luce - Cinecittà in collaborazione in Italian Film Commission, che si pone l’obiettivo strategico di intercettare un flusso crescente di investimenti dall’estero e di accrescere l’attrattività e la visibilità dei nostri territori in chiave turistica attraverso la produzione cinematografica e audiovisiva.
IL FESTIVAL NEL DETTAGLIO
La giornata di apertura della IV edizione di Filming Italy ha presentato nel pomeriggio di ieri, 29 gennaio, tre proiezioni, tutte anteprime americane, presso l’Istituto Italiano di Cultura. Dopo il docufilm "Up & Down – un film normale" di Paolo Ruffini e Francesco Pacini, è stata la volta di "Anche senza di te" di Francesco Bonelli, alla presenza dalla produttrice Patrizia Fersurella di Sunfilm Group, alla quale verrà consegnato il Filming Italy Producer Award durante la serata di chiusura del Festival per il suo costante impegno nella produzione e coproduzione di film internazionali nel nostro Paese. Alle 19.00 la serata inaugurale è stata presenziata da Gina Lollobrigida, presidente Onorario di Filming Italy - Los Angeles, insieme ai creatori e organizzatori del Festival, Tiziana Rocca e Valeria Rumori. Nell’occasione è stato assegnato il Filming Italy Young Spotlight Award a Nolan Funk, consegnato da Giorgio Viaro, direttore di Best Movie. Film di apertura è stato il thriller psicologico di Alfredo Fiorillo "Respiri", presentato da Angela Prudenzi, produttrice e sceneggiatrice della pellicola.
A Claudia Cardinale sarà dedicata la giornata di oggi 30 gennaio, con la proiezione, sempre in Istituto, de "La Pantera Rosa" di Blake Edwards (1964) in cui, accanto a Peter Sellers e David Niven, è la giovane principessa Dala a cui rubano un enorme diamante, la Pantera Rosa. Omaggio a Raoul Bova, con la proiezione del sesto episodio della fortunata serie I Medici - Lorenzo Magnifico 2, andata in onda su Rai1, in cui Bova è Papa Sisto IV. Durante la serata la Cardinale riceverà il premio The Harmonist 2nd Annual Excellence Award consegnato da Lola Tillyaeva: "The Harmonist è una nuova frontiera per il Luxury Retail e di sicuro un affascinante nuovo mondo da visitare per gli amanti del profumo più illuminati", dichiara Peter Gladel CEO di Beauty and Luxury. "The Harmonist è onorata di far parte di Filming Italy. Siamo entusiasti di celebrare la bellezza del cinema italiano". Le sarà poi consegnato il Filming Italy Best Career Award e l’IIC Los Angeles Creativity Award dell’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, quale riconoscimento all’eccellenza e creatività italiana apprezzata in tutto mondo. Il premio consiste in un’opera originale creata appositamente per l’Istituto dal noto stilista e artista Emilio Cavallini, ispirata al soffitto del Pantheon di Roma. La serata sarà introdotta da Tiziana Rocca, Valeria Rumori e dalla console generale d’Italia a Los Angeles Silvia Chiave. Seguirà una presentazione di Randy Haberkamp dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences di Los Angeles. Steven Gaydos, VP ed Executive Editor di Variety, ritirerà il Filming Italy Award attribuitogli alla prima edizione del Filming Italy Sardegna Festival lo scorso giungo a Forte Village. All’attore Salvatore Esposito, uno dei protagonisti della fortunata serie TV Gomorra, sarà infine consegnato l’IIC Los Angeles Creativity Award. Sarà inoltre presentato il bando "Lazio Cinema International", grazie al quale la Regione Lazio ha cofinanziato importanti coproduzioni internazionali tra imprese cinematografiche laziali e straniere. Al termine della cerimonia di premiazione sarà proiettato, in anteprima americana, il film successo al box office italiano, La befana vien di notte di Michele Soavi con Paola Cortellesi.
La cerimonia di chiusura della quarta edizione di Filming Italy - Los Angeles si terrà domani, 31 gennaio, all’Harmony Gold Theater con la consegna del Filming Italy Award a Raoul Bova e un intervento conclusivo di Gina Lollobrigida, presidente onorario della manifestazione, oltre a interventi di Tiziana Rocca e Valeria Rumori, alla presenza della console generale Silvia Chiave. Dopo il successo alla scorsa edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e nelle sale italiane, verrà presentata a Los Angeles, in una proiezione ufficiale della HFPA, Il banchiere anarchico di Giulio Base, che concluderà l’edizione 2019 di Filming Italy. Il banchiere anarchico è filologicamente tratto dall’omonimo "racconto di raziocinio" di Fernando Pessoa e mette in scena un dialogo platonico tra un ricchissimo banchiere (Giulio Base) e una sua vecchia conoscenza (Paolo Fosso). Il film è prodotto da Agnus Dei Production in collaborazione con Rai Cinema e con la coproduzione di Solaria Film e AlberTeam Group ed è stato distribuito nelle sale italiane da Sunfilm Group. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi