ASSEMBLEA DEI BELLUNESI NEL MONDO: APPROVATO LO STATUTO PER ADEGUARSI ALLA LEGGE DEL TERZO SETTORE

ASSEMBLEA DEI BELLUNESI NEL MONDO: APPROVATO LO STATUTO PER ADEGUARSI ALLA LEGGE DEL TERZO SETTORE

BELLUNO\ aise\ - La 55.ma Assemblea ordinaria dell’Associazione Bellunesi nel Mondo ha approvato le modifiche allo statuto secondo le direttive della nuova legge del Terzo settore.
Sabato scorso, 20 luglio, i soci Abm si sono riuniti nella sede centrale in via Cavour a Belluno. Unico punto all’ordine del giorno l’approvazione dello Statuto, ma non è mancato il ricordo di Vincenzo Barcelloni Corte, presidente onorario e fondatore dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, venuto a mancare il 18 luglio a Tenerife.
“Abbiamo perso il nostro faro”, ha detto il presidente Abm Oscar De Bona, “un esempio per tutti noi e che non dobbiamo dimenticare, ma ricordare ogni anno”. A tal proposito l’Assemblea ha approvato all’unanimità la proposta di De Bona, che vede l’intitolazione di un premio speciale a Barcelloni Corte all’interno del “Premio internazionale bellunesi che hanno onorato la provincia di Belluno in Italia e all’estero”.
Un pensiero di Barcelloni è giunto anche dal rotaryano, già consigliere Abm, Maurizio Busatta, dalla vice presidente Patrizia Burigo, che ha messo in evidenza il suo spirito innovativo e tecnologico, e dal presidente onorario Gioachino Bratti.
A proposito dell’approvazione dello Statuto il presidente De Bona ha voluto fare una riflessione in merito alla massiccia burocrazia che soffoca il volontariato: “se si andrà avanti così molte delle nostre associazioni chiuderanno. Ci sono solo carte da compilare e soldi da sborsare. Mi auguro che i nostri parlamentari ci supportino, perché ad avere la peggio alla fine sarà la nostra stessa società, che si troverà priva di servizi attualmente garantiti dal volontariato”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi