ASSOCIAZIONI ALL’OPERA

ASSOCIAZIONI ALL’OPERA

ROMA – focus/ aise – L’Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti, ha organizzato per sabato scorso il 3° seminario di formazione, che è consistito in un workshop di cultura e fonetica italiane, con le professoresse Nora Sforza e Maria Emilia Pandolfi.
L’iniziativa ha avuto inizio alle 10.00 ed è terminata alle 17.00, a Campos Salles 2250, Buenos Aires. La giornata si è divisa in due: la mattina la professoressa Sforza, ha discusso sulla “Poesia italiana al femminile (1950 – 2019); poi dalle 14.00 la professoressa Pandolfi, ha spiegato “I suoni a contrasto: Fonetica – elementi di fonetica contrastiva tra l’italiano e lo spagnolo”.
Le lezioni si sono svolte in italiano, per assistervi era necessario possedere il livello B2 (intermedio).
L'Italian Social Club - "Associazione Italiana Dubai" – ha organizzato, con l’intento di diffondere e promuovere la lingua italiana negli Emirati Arabi Uniti, dei corsi di italiano per bambini con almeno un genitore italiano. Tali corsi, che si terranno i sabato mattina dalle 10.00 alle 12.00, godono anche del supporto del Consolato Generale d’Italia a Dubai.
Il progetto, già in fase avanzata di realizzazione, è sempre stato al primo posto nella lista dei programmi dell’Associazione, spinta dalla volontà di promuovere i valori delle tradizioni e della cultura italiane.
Con questo intento l'Italian Social Club si è attivata per costituire al suo interno un Comitato Didattico con l'obiettivo di coordinare in tempi brevi l'inizio delle lezioni di lingua e cultura Italiana, possibilmente a decorrere dal prossimo Gennaio, avviando accordi con la Dubai International Academy – DIA – Al Barsha (dietro Mall of Emirates e vicina a Lulù Hypermarket).
È iniziata il 19 novembre la missione organizzata in Brasile dall’Ente Friuli nel Mondo nell’ambito della programmazione annuale finanziata dalla Regione FVG - Servizio lingue minoritarie e corregionali all’estero.
Il presidente Adriano Luci ha incontrato le comunità friulane di Sobradinho, Santa Maria e Jaguari nello Stato del Rio Grande do Sul coinvolte nel progetto “Conoscendo il Friuli” in Brasile - 5ª edizione “Sapori del Friuli”.
L’iniziativa coordinata dal Circolo Friulano di Santa Maria (Brasile) in collaborazione con il Fogolâr Furlan di Sobradinho e il Circolo Friulano di Jaguari è dedicata alla promozione dell’enogastronomia regionale, quale simbolo culturale d’eccellenza ed espressione autentica della variegata identità regionale, e alla valorizzazione delle competenze imprenditoriali dei corregionali attivi nel settore. La 5ª edizione del progetto Conoscendo il Friuli dal titolo “Sapori del Friuli” ha coinvolto non solo la comunità dei corregionali, ma anche esperti, intenditori, imprenditori di origine friulana e locale operanti nel settore e appassionati di cucina.
“Il cibo con tutte le sue componenti è la rappresentazione del territorio e dell’evoluzione della sua società, prodotto secolare di tradizioni e costumi che si tramandano di generazione in generazione”, spiega l’Ente Friuli. “Alla luce di queste considerazioni la finalità del progetto è quella di conservare e fare conoscere presso la comunità friulana del Brasile la peculiare forma di eredità identitaria-culturale costituita proprio dai prodotti enogastronomici, rinnovando il legame attraverso la conoscenza dei prodotti tipici gastronomici regionali e la preparazione delle ricette tradizionali per cucinarli e proporli”.
Il progetto, quindi, “ha consentito nello specifico ai beneficiari di approfondire la conoscenza dell’enogastronomia e delle produzioni nostrane e di “praticare” la cucina regionale sotto la guida di una nota professionista del settore di origine friulana - Anna Rita Zannier, emigrata nel 1997 da Spilimbergo in Brasile, chef, ristoratrice - Osteria ristorante Vinum Est a San Paolo -, sommelier, wine educator e conduttrice televisiva - la quale, attraverso una presentazione itinerante in tre tappe nelle città di Sobradinho, Jaguari e Santa Maria, dove è numericamente maggiore la presenza di emigrati friulani, ha sviluppato workshop dedicati a raccontare le tradizioni alimentari dei nostri territori, l’origine dei prodotti che caratterizzano le ricette di cucina, le ricorrenze nei quali venivano consumati, ecc. e ha organizzato show cooking cucinando dal vivo con ingredienti e prodotti d’eccellenza dell’enogastronomia regionale, svelando trucchi e ricette dei piatti in preparazione.
A seguire, mercoledì 20 Luci ha sviluppato ad Antonio Prado “la città più italiana del Brasile”, nella sede della Camera di Commercio e Industria di Antonio Prado, la conferenza dal titolo: “Le imprese del Friuli e la globalizzazione: le nuove sfide dell’innovazione e della sostenibilità”. La medesima conferenza è stata proposta infine venerdì 22 anche nella sede del Tecnoparque di Santa Maria. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi