BREXIT/ UNGARO (PD): BENE TASK-FORCE PALAZZO CHIGI ORA SI PASSI DALLE PAROLE AI FATTI

BREXIT/ UNGARO (PD): BENE TASK-FORCE PALAZZO CHIGI ORA SI PASSI DALLE PAROLE AI FATTI

ROMA\ aise\ - “Leggo dalla stampa nazionale che finalmente dopo mesi di tentennamenti la task-force Brexit, presieduta dall’Ambasciatore Pietro Benassi, comincia a lavorare sui temi più caldi in caso di mancato accordo di uscita tra il Regno Unito e l’Unione Europea. Tra cui: tutela dei diritti dei cittadini italiani e inglesi in Italia, stabilità nel settore dei servizi finanziari, controlli di frontiera e dogane, protezione sanitaria e fitosanitaria, indicazioni geografiche del settore agroalimentare e altri prodotti industriali, sull’assistenza e l’informazione alle imprese”. Lo afferma Massimo Ungaro, deputato del PD eletto nella circoscrizione Estero-Europa e da sempre attento alle questioni britanniche.
“A meno di cinquanta giorni dal 29 marzo prossimo, data in cui a meno di rinvio è ancora prevista l’uscita della Gran Bretagna, bisogna passare - aggiunge Ungaro – dalle parole ai fatti e, meglio tardi che mai, coinvolgere in questo il Parlamento Italiano in cui le indicazioni precise per affrontare un processo storico-politico inedito come la Brexit non mancano. Il Belgio ha già adeguato il proprio assetto normativo con una legge ad hoc, la Germania ne ha discusso al Bundestag e ha da tempo provveduto, la Francia ha perfino istituito un fondo da 50 milioni di euro per affrontare l’emergenza”. “Infine – conclude Ungaro – mi auguro si pensi a far votare alle imminenti elezioni europee nei consolati italiani i 700.000 e più connazionali residenti nel Regno Unito. Lo ho proposto in più occasioni”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi