CAVENIT: TANTI PROGETTI NONOSTANTE LA CRISI – DI ROBERTO ROMANELLI

CAVENIT: TANTI PROGETTI NONOSTANTE LA CRISI – di Roberto Romanelli

CARACAS\ aise\ - “Nella “Sala Plus” del “Cine Trasnocho” si è svolta l’Assemblea Annuale della Camera di Commercio Venezuelana Italiana (Cavenit). È stata, questa, l’occasione offerta al nostro Ambasciatore, Placido Vigo, per avere un primo contatto con il nostro mondo imprenditoriale. Nel corso dell’Assemblea, come previsto, è stato presentato un rendiconto delle attivitá svolte lo scorso anno ed i progetti per quel che resta del 2019”. A scriverne è Roberto Romanelli su “La voce d’Italia”, quotidiano online diretto a Caracas da Mauro Bafile.
“Il presidente di Cavenit, Alfredo D’Ambrosio, ha riassunto le principale iniziative svolte a sostegno delle aziende italo-venezuelane sia in materia di formazione sia nell’ambito della consulenza e aggiornamento. Particolare enfasi è stata posta sul lavoro svolto dalle succursali di Cavenit presenti nel Paese.
Tra le principali iniziative di Cavenit, D’Ambrosio ha sottolineato il progetto in corso “Venezuela Tierra de Cacao”. Questo, che usufruisce del finanziamento dell’Unione Europea, è un’iniziativa orientata a promuovere le piccole aziende nel settore.
Il presidente dell’organismo imprenditoriale bi-nazionale ha spiegato alla Voce che una delle mete immediate é il rafforzamento delle succursali nella provincia. A suo avviso è assai importante dotarle di nuove strutture, attrezzature ed arrendamento per un loro miglior funzionamento.
Dal canto suo, l’Ambasciatore Placido Vigo ha espresso soddisfazione per il lavoro che svolgono le aziende italo-venezuelane che oggi, nonostante la crisi, creano posti di lavoro e benessere.
“Solo chi sa trasformare i sogni in realtá può insegnare come vivere”, ha detto.
Ha ribadito, quindi, i progetti che caratterizzeranno la sua gestione. In primis, l’acquisto di una sede che dovrebbe ospitare sia l’Ambasciata, il Consolato Generale, l’Istituto Italiano di Cultura e l’Istituto Italiano per il Commercio Estero sia gli organismi rappresentativi della nostra Collettività. Insomma, un vero e proprio “centro dell’italianitá”. Ha poi annunciato che prevede creare una vasta ed efficiente rete di assistenza sanitaria per i connazionali.
L’Assemblea, alla quale hanno assistito anche il presidente di Fedecámaras, Ricardo Cusanno ed il presidente di Consecomercio, Felipe Capozzolo, é stata un’occasione speciale per il dialogo tra imprenditori”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi