COMUNITÀ ALLARGATA

COMUNITÀ ALLARGATA

ROMA – focus/ aise – Cominciamo con una notizia utile soprattutto per la comunità marchigiana in Lettonia: l’Ambasciata ha infatti annunciato che dal 15 giugno al 17 agosto sarà attivato un volo diretto charter Riga-Ancona. Protagonista dell’iniziativa la compagnia nazionale lettone “AirBaltic”, che ha un accordo co-sharing con Alitalia, e il tour operator TezTour. In questo modo, gli italiani che abitano nei Paesi baltici avranno un modo in più, pratico e veloce, per sentirsi più vicini a casa. Spostiamoci di continente: Si è concluso sabato ad Acatlàn il XXVI Incontro nazionale di professori di italiano, organizzato dall'Associazione messicana di italianisti (Amit). Curata da Vera Gheno, questa edizione dell’incontro si è concentrata sul tema “Nuovi italiani: aspetti culturali e pragmatici. Come i social network e le nuove generazioni stanno cambiando la nostra lingua”.
La tre giorni è stata ospitata dalla Facoltà di Studi Superiori (FES) di Acatlán. Tanti i temi al centro dell'evento, strutturato come corso - workshop per insegnanti di italiano ed aspiranti.
I temi del primo giorno, dopo una introduzione su “è la lingua che ci fa umani”, sono stati: Da Dante alla “lingua della strada”: breve storia dell'italiano nei secoli; Codice, norma ed errore: alcuni importanti concetti base; Neologismi senza più segreti. La prima giornata – così come tutte le altre – terminerà con un ampio spazio dedicato al dibattito. Il secondo giorno si è parlato de: L'e-taliano: descrizione di un fenomeno (inevitabile?); Dimmi che parole usi in rete ti dirò chi sei: i tipini social; Pregiudizi linguistici in rete e come combatterli.
Il terzo de: La comunicazione deragliata: quando tutto va storto; Social media manager sull'orlo di una crisi di nervi: il caso dell'Accademia della Crusca; Strumenti in rete per lo studio dell'italiano.
Si svolgerà infine a Spalato, in Croazia, dal 4 al 6 aprile la 26esima conferenza annuale Copeam (Conferenza permanente dell’audiovisivo mediterraneo). Il convegno riunirà gli alti dirigenti delle radio e televisioni del bacino mediterraneo, i professionisti dell'audiovisivo e della cultura, i rappresentanti delle istituzioni e delle organizzazioni internazionali della Regione. In un momento storico in cui si stanno riaffermando - in Europa come altrove - posizioni politiche, culturali e sociali orientate al ritorno a società fortemente omogenee e identitarie, la Conferenza 2019 verterà sul tema "Società in cambiamento: raccontare le diversità”, cercando di rispondere, attraverso l’illustrazione di esempi concreti e buone pratiche sulla narrazione positiva dell’Altro, a come i media, tradizionali e digitali, possono rappresentare efficacemente le voci multiple delle nostre società.
La sessione plenaria, prevista nella mattinata di sabato 6 aprile, sarà introdotta da Nabil Al-Sharif, Direttore esecutivo della Fondazione euro-mediterranea Anna Lindh per il dialogo fra le culture.
Seguirà un panel professionale con l’intervento di alti rappresentanti del Media Diversity Institute di Londra e delle Unioni di radiotelevisione asiatica e europea ABU e UER. L’edizione 2019 della conferenza vedrà, tra gli altri, la presenza di Eni, a seguito di un accordo raggiunto con la Copeam per il supporto al convegno e in vista della realizzazione di workshop e seminari sul tema delle energie rinnovabili e sulla decarbonizzazione nella regione MENA.
Il programma dell’evento include, in chiusura, la tradizionale Assemblea Generale dei soci. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi