COSTRUIRE L'EUROPA

COSTRUIRE L

ROMA - focus/ aise - Coltivare i rapporti internazionali diventa la priorità in un periodo in cui le spinte sovraniste sembrano farla da padrone. Ecco allora che iniziative come quella del Sindaco di Montescaglioso, Vincenzo Zito, si caricano di ulteriori significati: Zito, insieme alla Banda “Rocco D’Ambrosio” ed alcuni rappresentanti della Fondazione Basilicata – Matera 2019, il 12 gennaio si è recato a Plovdiv – in Bulgaria - per la Cerimonia Inaugurale della Capitale Europea della Cultura, designazione condivisa con la Città dei Sassi. Plovdiv, 340.000 abitanti, vanta un patrimonio culturale particolarmente importante: il Monastero di Backovo risalente all’anno 1000, il foro ed il teatro romano del II secolo, l’antico stadio del III secolo, il Trakart con mosaici del III secolo, solo per fare alcuni esempi.
Trasferta in Baviera poi per il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, il quale, a margine di un appuntamento con il gruppo consiliare della CSU, ha incontrato anche il presidente bavarese, Markus Söder. Dopo aver sottolineato che "in Baviera vi è una certa incomprensione, se non addirittura preoccupazione, per gli sviluppi politici in corso non solo in Italia, ma anche in Alto Adige", nel suo intervento Kompatscher si è espresso a favore di una "Europa più forte e sensibile alle esigenze delle Regioni".
Il Landeshauptmann ha spiegato che "l'Alto Adige vuole essere una piccola Europa nell'Europa. Ed è proprio grazie all'Europa che siamo riusciti a superare i confini creando una nuova forma di cooperazione territoriale con l'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino". Secondo Arno Kompatscher, "credere nel progetto europeo significa guardare con ottimismo ad un futuro comune, unica strada possibile per affrontare sfide complesse come la migrazione, il cambiamento climatico o il passaggio da gomma a rotaia del traffico pesante lungo l'asse del Brennero". Infine, Cooperazione transfrontaliera e tutela delle minoranze: questi i due temi su cui si è incentrata la visita del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, in Slovenia, ricevuto a Lubiana dal presidente della Repubblica slovena Borut Pahor e, a seguire, al castello di Strmol dal vicepremier nonché ministro degli Esteri Miro Cerar.
"Un'occasione preziosa - ha sottolineato Fedriga - per rinsaldare un legame di amicizia sincero e profondo tra due popoli il cui destino, al centro dell'Europa, è accomunato dal superamento delle medesime sfide". (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi