FANTETTI (FI): “OTTIMO LAVORO DEL SOTTOSEGRETARIO MERLO PER GLI ITALIANI ALL’ESTERO” – DI DAVIDE LA CARA

FANTETTI (FI): “OTTIMO LAVORO DEL SOTTOSEGRETARIO MERLO PER GLI ITALIANI ALL’ESTERO” – di Davide La Cara

ROMA\ aise\ - “Il Senatore Raffaele Fantetti è eletto nella circoscrizione estera Europa ed è al suo secondo mandato parlamentare. Romano residente a Londra, è Vice-Presidente dell’organismo delle Nazioni Unite per la facilitazione del Commercio Internazionale e lo sviluppo del Business elettronico”. Ad intervistarlo è stato Davide La Cara per “ItaliachiamaItalia.it”.
D. Senatore Fantetti, cosa pensa della eventuale riforma che comprende anche la riduzione del numero degli eletti all'estero?
R. Come tutti i progetti di riforma costituzionale che i padri costituenti hanno voluto, è un iter estremamente complesso e non si sposa con la continuità delle maggioranze parlamentari. In Forza Italia di massima siamo contrari alla riforma costituzionale e ci opporremo in tutti i modi alla riduzione del numero dei parlamentari della circoscrizione estero, poiché è già un numero che sottostima fortemente il rapporto con l'elettorato.
D. Come giudica la manovra del Governo appena varata? Lei ha votato contro, ma è stata una legge di bilancio molto generosa nei confronti degli italiani all'estero: si parla di 350 nuove assunzioni, sgravi fiscali e finanziamenti per assistenza sanitaria e corsi di lingua. Ordine di scuderia?
R. Come opposizione abbiamo votato contro alla legge di bilancio in generale, ma per quanto riguarda i capitoli per gli italiani all'estero abbiamo proposto cose che non sono passate. Questi punti però sono interessanti, soprattutto nel rafforzamento della rete consolare. La questione è che l'inizio delle procedure per il reclutamento partirà da novembre 2019, quando si dovrà riscrivere la legge di bilancio.
D. Come giudica in generale il lavoro del Governo per gli italiani all'estero e in particolare quello del Sottosegretario Merlo?
R. Il lavoro del Sottosegretario è ottimo. Non per nulla viene dalla circoscrizione estero, quindi è a conoscenza delle problematiche e fa valere quel peso politico che il MAIE ha all'interno del Governo. In generale la compagine gialloverde, specie in Parlamento, non si sta comportando molto bene, porto l'esempio della mancata ricostituzione del Comitato per le questioni degli italiani all'estero (al Senato, mentre è già stato istituito alla Camera, nda). Ritengo anche grave che il Governo abbia proposto una indagine sugli italiani all'estero.
D. Come vi ponete, lei e il suo partito, rispetto alle prossime azioni del Governo?
R. Noi abbiamo fatto una campagna elettorale con i colleghi e amici di Lega e Fratelli d'Italia sulla base di un programma politico ben delineato. Tutto quello che rientra in quel programma vedrà la nostra ferma approvazione, tutto quello che esula non possiamo che disconoscerlo e votare contro.
D. Berlusconi si candiderà alle europee. Quindi Forza Italia non è morta, esiste ancora un progetto?
R. Gli ultimi sondaggi ci danno in risalita, vicini al 12%. Noi contiamo molto nella ripresa e abbiamo due ottimi rappresentanti che guideranno la campagna elettorale: il Presidente Berlusconi e il Presidente Tajani.
D. Su cosa sta lavorando il coordinatore degli italiani all'estero per Forza Italia, Lucio Malan? Come giudica il suo lavoro?
R. Molto positivo, ieri abbiamo fatto un coordinamento europeo con l'apertura ufficiale della Presidente del Senato e la chiusura del Presidente Tajani. Lucio Malan ha coordinato i lavori precedenti al convegno di un comitato che include i referenti sul territorio europeo, quindi un'amministrazione coordinata in tutta Europa che mi vede totalmente d'accordo. Per quel che riguarda l'Europa stiamo lavorando molto bene e in Nord America abbiamo la fortuna di avere rappresentanti eletti sia al Senato che alla Camera, quindi c'è molta attività anche su quel territorio. So che Malan sta lavorando per recuperare terreno anche nelle altre due ripartizioni”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi