FRANCESCO LA CAMERA ALLA GUIDA DELL’IRENA

FRANCESCO LA CAMERA ALLA GUIDA DELL’IRENA

ROMA\ aise\ - Il direttore generale del Ministero dell’Ambiente Francesco La Camera è stato eletto, con 110 voti su 146, oltre due terzi, direttore generale dell’Irena, l’organismo internazionale con sede negli Emirati Arabi Uniti che ha l’importante compito di sostenere e diffondere le energie rinnovabili tra i Paesi aderenti e rappresenta 160 Paesi di tutto il mondo.
Soddisfazione è stata espressa sia dalla Farnesina che dal Ministero dell’Ambiente.
“L'elezione del Dottor La Camera alla guida di IRENA è il frutto dell'impegno coordinato del MATTM e del MAECI con il coinvolgimento dell'intera rete diplomatica italiana, oltre che di una positiva convergenza a livello dell'Unione Europea”, ha commentato il Ministro degli esteri Enzo Moavero Milanesi. “È inoltre il chiaro segno del ruolo d’avanguardia riconosciuto a livello mondiale all’Italia nel settore delle energie rinnovabili, che coniuga sicurezza energetica, sostenibilità ambientale, crescita economica e occupazione, con l'obiettivo di assicurare l'accesso a energia pulita a quante più persone possibili”.
“Grande soddisfazione” è stata espressa anche dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. “Questa elezione ha visto tantissimi Paesi riconoscere il ruolo di leadership dell’Italia nel settore delle energie rinnovabili. I miei complimenti anche al lavoro di diplomazia e di negoziato strenuo e coriaceo portato avanti dalla Farnesina, dalla rete diplomatica e dal Sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano che ha guidato la delegazione italiana all’assemblea generale di IRENA”, ha aggiunto il Ministro. “Sapere che sarà un italiano, e in particolar modo il direttore La Camera, a rivestire il ruolo di leader di questo organismo internazionale ci riempie di orgoglio”.
“A Francesco – ha concluso – i miei migliori auguri, certo che la sua sarà una voce forte a sostegno delle energie rinnovabili e che Irena rivesta sempre più il ruolo di hub di ricerca e conoscenza per queste fonti fondamentali per la rivoluzione ecologica su cui stiamo lavorando”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi