FURLAN E PETTENI A BUENOS AIRES PER I 70° DELL’INAS ARGENTINA

FURLAN E PETTENI A BUENOS AIRES PER I 70° DELL’INAS ARGENTINA

ROMA\ aise\ - Missione a Buenos Aires per Annamaria Furlan e Gigi Petteni, segretaria generale della Cisl e presidente di Inas Cisl, in Argentina per festeggiare i 70 anni del patronato nel paese sudamericano e siglare importanti accordi con i sindacati locali.
Tra gli incontri in agenda anche quello con Vera Jarach e Lita Boitano, madri di Plaza de Majo, per “rendere omaggio ai desaparecidos e alla lotta per i diritti portata avanti da queste donne straordinarie”.
Ieri, la celebrazione a Buenos Aires: Petteni, presidente del patronato, ha sostenuto che la peculiarità dell’Inas è di essere "ancorati alla realtà e, per questo, capaci di metterci al servizio per dare risposte di socialità".
Furlan ha quindi sottolineato quanto il lavoro dell'Inas sia fondamentale: “c'è bisogno di sindacato per la coesione sociale, per portare avanti insieme un processo che faccia crescere dignità del lavoro e della persona", ha detto.
Nell’ambito della missione, Inas Cisl ha siglato un’intesa con Spp, il sindacato del settore sanitario della provincia di Buenos Aires, per rafforzare le tutele per i lavoratori e i cittadini.
Per il segretario generale del sindacato sanitari, Miguel Angel Zubieta, in questo modo si dà risposta a istanze sindacali internazionali che, come ha sottolineato anche Furlan, impongono di agire insieme contro una globalizzazione senza diritti. Il presidente Petteni, dal canto suo, ha sottolineato l'importanza dell'accordo, grazie al quale i servizi dell'Inas si affiancano a quelli del sindacato locale, per una tutela a 360°, tarata in base alle esigenze sul territorio. Per rafforzare la tutela degli italiani, inoltre, Petteni ha siglato un'intesa con l'Associazione dei Toscani a Buenos Aires, per l'attivazione di corsi di italiano e per implementare l'assistenza sulle pratiche di cittadinanza. (aise)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi