GIOCHI DEL MEDITERRANEO 2025: UFFICIALIZZATA LA CANDIDATURA DI TARANTO

GIOCHI DEL MEDITERRANEO 2025: UFFICIALIZZATA LA CANDIDATURA DI TARANTO

TARANTO\ aise\ - È stata ufficializzata ieri attraverso una nota dell’Assessore allo Sviluppo Economico Cosimo Borraccino la candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo del 2025, su cui anche il Consiglio dei Ministri del 31 luglio scorso ha dato via libera.
Il 24 agosto a Patrasso sarà presa la decisione finale del comitato organizzatore sulla città che ospiterà la competizione.
Per Taranto ospitare i Giochi sarebbe una “importante occasione di rilancio e di sviluppo” non solo “dal punto di vista strettamente sportivo sia per quanto riguarda l’impulso in termini di infrastrutture, mobilità sostenibile e promozione turistica”.
“Voglio ricordare che appena il 3 maggio scorso fu costituito a Taranto il Comitato promotore dei Giochi”, ha ricordato Borraccino, che si è detto “soddisfatto dell’accoglimento di questa ambiziosa proposta scaturita dal piano strategico “Taranto futuro prossimo” alcuni mesi fa, frutto della collaborazione tra Asset, Comune di Taranto e Regione Puglia. Questo risultato è molto importante per la città di Taranto. Rappresenta infatti un’occasione di rilancio non solo del tessuto economico-sociale della città e del territorio, ma anche della sua antica tradizione sportiva, che risale ai tempi della Magna Grecia. Una tradizione sportiva che è stata recuperata dalla Regione mediante l’erogazione di una dotazione finanziaria di 300 mila euro per i prossimi tre anni all‘Università di Taranto per finanziare una ricerca universitaria in “Metodi e Didattiche delle Attività Sportive”, che spianerà la strada per l'attivazione del Corso di Laurea in “Scienze e Tecniche dello Sport per il Turismo”, corso di laurea con elevate possibilità di occupabilità per chi si iscriverà”.
“Se – ha concluso l’assessore regionale - come tutto lascia ormai supporre, la sede di Taranto sarà confermata per i Giochi del Mediterraneo, avremo un’occasione straordinaria per tutta la nostra regione, dal momento che l’evento sarà di portata internazionale con centinaia di atleti di 26 Paesi, che saranno ospitati per 15 giorni in città. Metteremo quindi a sistema tutte le risorse umane ed economiche che possono essere destinate a questo progetto, compresa una parte di quelle previste all’interno del Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) di Taranto. Si rende necessario mettere a disposizione decine di impianti sportivi, a partire da una piscina olimpionica, che ancora manca a Taranto, ma anche una notevole ricettività alberghiera”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi