IL VOLTO INTERNAZIONALE DELL’ECCELLENZA ITALIANA

IL VOLTO INTERNAZIONALE DELL’ECCELLENZA ITALIANA

ROMA – focus/ aise – Si svolgerà dal 30 aprile al 3 maggio il corso “Forward. Trentino Producers Lab”, iniziativa che prevede la partecipazione di nove corsisti con un progetto proprio, che potranno quindi strutturare la proposta formativa sulla base del loro lavoro specifico, e di due partecipanti uditori. Sviluppare le competenze dei produttori cinematografici e televisivi per rendere il settore dell’audio-visivo più competitivo, anche all’estero. Con questa finalità, Trentino Film Commission e l’Area Internazionalizzazione di Trentino Sviluppo hanno lanciato questa nuova opportunità formativa rivolta a produttori, sia emergenti che già affermati. I principali temi sviluppati saranno: l’apporto creativo del produttore nello sviluppo dei progetti, la diversificazione, la formazione di un team creativo, i modelli di finanziamento tradizionali e alternativi, il flusso di cassa nelle fasi di sviluppo, la produzione e la post-produzione, i modelli contrattuali, il credito d’imposta e i rapporti con gli sponsor. Saranno inoltre analizzati alcuni esempi significativi di coproduzioni internazionali. L’ultima giornata, quella del 3 maggio, sarà dedicata ai colloqui individuali tra docenti e corsisti e a due masterclass di approfondimento sulle strategie di distribuzione per prodotti audiovisivi e cinematografici indipendenti.
Si preannunciano grandi novità per il Salone Internazionale del Restauro, dei Musei e delle Imprese Culturali: la XXVI edizione, che quest’anno si terrà dal 18 al 20 settembre, sarà l’edizione che darà il via ad un nuovo ciclo volto al rinnovamento, grazie al cambio di gestione della manifestazione che sarà promossa e organizzata direttamente da Ferrara Fiere Congressi Srl, gruppo BolognaFiere, proprietaria da sempre del marchio. Ferrara Fiere, assumendo in proprio la gestione dell’evento, ha individuato nell’abbinamento del Salone del Restauro alla manifestazione internazionale REMTECHEXPO – evento dedicato alla riqualificazione del territorio e alla bonifica dei siti contaminati – l’opportunità di offrire agli espositori presenti un pubblico più ampio di visitatori specializzati (ingegneri, architetti, geometri e altri addetti del settore); sono, infatti, numerosi i punti in comune tra le due manifestazioni: dalla sismica alla rigenerazione urbana, dai temi inerenti la tutela ambientale all’industria sostenibile. Ciascuno dei due eventi manterrà in ogni caso la propria autonomia, il proprio staff e il proprio comitato scientifico. Riconosciuto come l’evento di riferimento nazionale nell’ambito dei beni culturali, quest’anno il Salone del Restauro, avendo ottenuto il riconoscimento, attraverso la certificazione ISFCERT, di manifestazione internazionale è pronto a rafforzare e potenziare il percorso di internazionalizzazione, attraverso la promozione e la partecipazione, anche mediante collettive di operatori, a fiere ed eventi all’estero – il primo dei quali sarà rappresentato dalla partecipazione a Heritage Istanbul 2019 (11-13 aprile 2019) in collaborazione con Assorestauro e ICE. Sono quindi previste azioni mirate di outgoing, in paesi individuati come strategici per il settore (a titolo esemplificativo Turchia, Russia, Germania, Cuba, Libano, Israele, USA, India e Cina) e di incoming a Ferrara di delegazioni e operatori esteri durante i giorni della fiera, al fine di favorire le dinamiche economiche fra operatori attraverso l’organizzazione di matching tra domanda e offerta. Sono anche in via di definizione ulteriori e rafforzati accordi con il MiBAC in primis e con le principali Associazioni di riferimento quali Assorestauro, CNA, GBC Italia, Federculture e Icom.
Continua, poi, la preziosa collaborazione con l’Università di Ferrara, da anni importante partner nell’organizzazione convegnistica, in modo particolare con il Dipartimento di Architettura che dal 28 al 30 marzo presenterà le “Giornate del Restauro e del Patrimonio Culturale”. Infine, appuntamento con le eccellenze italiane nel segno di Leonardo oggi a Milano. “Italiani come noi”, in collaborazione con Unioncamere Lombardia, presenta a Palazzo Giureconsulti il programma divulgativo “Italiani come noi... Eccellenze che diventano identità”, patrocinato da Commissione Affari Esteri della Camera; Ministero degli Affari Esteri; Confindustria; Agenzia ICE; Unioncamere; Assocamerestero e Comitato Leonardo. Il programma è omaggiato dalla Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Italiana.
Alla tappa di Milano seguiranno quelle di Venezia, Torino, Firenze e Roma, e all’estero di Buenos Aires, Londra, Washington e Toronto.
“L’evento è rivolto agli imprenditori delle tante realtà locali che portano il made in Italy nel mondo, desiderosi di condividere quest’obiettivo di valorizzazione dell’Italia e delle sue eccellenze”, sottolinea il comitato organizzatore, che punta, con i diversi appuntamenti programmati in Italia e all’estero, alla valorizzazione e alla promozione delle eccellenze italiane. In particolare, spiegano gli organizzatori, il convegno, oltre a dare spazio alle testimonianze di diversi imprenditori, vuole essere anche “un importante momento di promozione delle comunità imprenditoriali del territorio, come valore di “Eccellenza” intangibile che si manifesta nell’arte, nella cultura, nel paesaggio, nei sapori, negli stili di vita, nel nostro modo di fare impresa e la nostra capacità di disegnare e produrre prodotti unici e per questo amati e imitati nel mondo. LEONARDO 500: in questo contesto, ampio spazio viene dato per “raccontare” il genio creativo di Leonardo da Vinci”. Quanto alla mostra, si compone di 18 pannelli divulgativi: in edizione bilingue italiano e inglese, essa ripercorre le grandi invenzioni realizzate dagli italiani – dagli occhiali al telefono, dalle banche alla radio, dal violino al pianoforte – così come alcune nostre produzioni che in tutto il mondo ci invidiano – dalla Vespa alla Ferrari o alla Ducati, senza dimenticare bontà come pizza e gelato. In evidenza, naturalmente, alcuni grandi nomi che, ieri come oggi, tengono alto il nome dell’Italia nel mondo. Nell’anno di Leonardo 500, il programma espositivo si ripropone includendo del materiale fotografico dedicato al grande “genio” Leonardo. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi