“ITALIANOS EN MÉXICO. ARQUITECTOS, INGENIEROS, ARTISTAS ENTRE LOS SIGLOS XIX Y XX”: LA PRESENTAZIONE ALL’IIC DI CITTÀ DEL MESSICO

“ITALIANOS EN MÉXICO. ARQUITECTOS, INGENIEROS, ARTISTAS ENTRE LOS SIGLOS XIX Y XX”: LA PRESENTAZIONE ALL’IIC DI CITTÀ DEL MESSICO

CITTÀ DEL MESSICO\ aise\ - Sarà presentato il 7 maggio, alle ore 18.30, a Città del Messico nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura il libro “Italianos en México. Arquitectos, ingenieros, artistas entre los siglos XIX y XX”, a cura di Martín M. Checa Artasu e Olimpia Niglio.
L’incontro sarà introdotto dalla presentazione di Luigi Maccotta, ambasciatore d’Italia in Messico, e dai saluti istituzionali di Marco Marica, direttore IIC Messico. Seguiranno gli interventi dei relatori: Elisa Drago Quaglia su “Letture dalle radici dell'arte e dell'architettura”, Olimpia Niglio su “La cultura dell’architettura e dell’arte italiana in Messico tra storia e contemporaneità” e Martin Checa-Artasu su “Descubriendo las trayectorias olvidadas de arquitectos y escultores italianos en México”.
Il volume, pubblicato in gennaio 2019 da Aracne Editrice in Roma, è la prima importante monografia sull’opera degli ingegneri, architetti e artisti italiani che hanno operato in Messico tra il XIX e il XX secolo.
La monografia con i suoi 17 capitoli viene a colmare un’importante mancanza tematica inerente il contributo degli italiani in Messico nel settore culturale e per questo motivo la ricerca ha svolto un fondamentale ruolo pionieristico. Infatti è la prima volta che vengono analizzate e descritte congiuntamente le traiettorie di alcuni degli architetti, ingegneri, e artisti italiani che sono arrivati in Messico e che hanno svolto straordinarie opere tra la metà del XIX secolo fino ai primi decenni del secolo XX. Traiettorie che in alcuni casi sono state compilate e scritte per la prima volta; in altri, invece, si è trattato di aggiornamenti archivistici coadiuvati anche da memorie familiari o diretti discendenti che hanno consentito di far conoscere i loro archivi privati. Allo stesso tempo questo volume ha inteso porre le basi per continuare la ricerca di quelle tante storie personali dei migranti italiani che con il proprio lavoro hanno impreziosito il Messico nonchè generato talenti e conoscenze fondamentali oggi per le giovani generazioni.
Questa monografia ha anche il compito di fungere da stimolo per continuare a studiare quegli aspetti tipici delle attività umane, dell’arte, dell’architettura, dell’ingegneria, della cultura in genere e che, sia in Messico così come in Italia, possano consentire di avvicinare le comunità a questo importante patrimonio ereditato che ha costruito queste nazioni e che oggi, più che mai, possa essere di vero insegnamento per le generazioni a venire impegnate in processi di crescita e miglioramento.
Autori dell’opera: José Arturo Aguilar Ochoa, Martín M. Checa Artasu, Gabriella Cianciolo Cosentino, Alessandro Colombo, Carmen Alicia Davila, Jorge Volpi Escalante, Pedro Friedeberg, Montserrat Galí Boadella, Fausto Giovannardi, Liliana López Levi, Patricia Massé Zendejas, Francisco Javier Navarro Jiménez, Olimpia Niglio, Marco Tulio Peraza Guzmán, Luís Alberto Pérez Mendoza, Pier Paolo Peruccio, Alejandro Sordo. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi