"IZOURT. IL DRAMMA DEGLI IMMIGRATI ITALIANI SULLE DIGHE DEI PIRENEI FRANCESI": IL LIBRO DI RENZA BANDIERA A SEDICO

"IZOURT. IL DRAMMA DEGLI IMMIGRATI ITALIANI SULLE DIGHE DEI PIRENEI FRANCESI": IL LIBRO DI RENZA BANDIERA A SEDICO

BELLUNO\ aise\ - "Izourt. Il dramma degli immigrati italiani sulle dighe dei Pirenei francesi" è il titolo del libro di Renza Bandiera che venerdì prossimo, 5 aprile, sarà presentato a Sedico, presso la Sala Convegni di Villa Patt, dalle 20.30. Ne dà notizia l’Associazione dei Bellunesi nel Mondo. L'evento è organizzato in collaborazione con Comune e Pro Loco di Sedico e Famiglia Ex Emigranti Monte Pizzocco.
Inizio primavera 1939. Eccezionali fenomeni atmosferici - con abbondanti nevicate accompagnate da venti impetuosi noti per la loro devastante violenza - si abbattono sui Pirenei dove sono in fase di ultimazione le opere dei bacini montani di Izourt e di Gnioure, che andranno ad alimentare le centrali idroelettriche della più grande fabbrica europea di alluminio, ad Auzat in Ariège.
In ambedue i cantieri è impiegata una preponderante forza lavoro di immigrati italiani che dovrà affrontare esperienze drammatiche e sconvolgenti. A Izourt, una bufera di vaste proporzioni scardinerà i tetti di due solidi fabbricati in muratura mentre vi dormivano decine di lavoratori italiani. A Gnioure, per scampare alla morte e tentare la discesa a valle, gli operai sfideranno la sorte con la traversata di due vette in temibili condizioni invernali, muniti soltanto di barre di ferro e di cazzuole per le arrampicate su crinali fortemente inclinati.
Una storia vera e tuttora indimenticata, raccontata in quest'opera vincitrice del premio letterario Filitalia “Dispatriati” 2016. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi