"LA BELLEZZA DELLA CONOSCENZA" A BUENOS AIRES

"LA BELLEZZA DELLA CONOSCENZA" A BUENOS AIRES

BUENOS AIRES\ aise\ - È arrivata in Argentina, a Buenos Aires, la mostra itinerante "Italia, la Bellezza della Conoscenza" promossa e finanziata dal Ministero degli Affari Esteri e il Consiglio nazionale delle ricerche in collaborazione con Fondazione Idis-Città della Scienza di Napoli, Museo Galileo Galilei di Firenze, Muse – Museo delle Scienze di Trento e Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
La mostra è stata inaugurata il 26 novembre nel Salone degli Scudi del Centro Culturale Kirchner e ha aperto ieri, 27 novembre, le sue porte al pubblico; sarà allestita sino al 15 dicembre, dal mercoledì alla domenica e nei giorni festivi, dalle 13.00 alle 20.00, con ingresso gratuito.
Rinomata per la sua storia e tradizione, l'Italia è anche un laboratorio di innovazione attiva in cui si affrontano sfide affascinanti e dove si immagina e si pianifica un futuro migliore. "L'Italia, la bellezza della conoscenza" è un'occasione per conoscere l'eccellenza del "Laboratorio Italia".
La mostra trasmette le interazioni tra il sistema di ricerca italiano, la tradizione artistica e lo stile di vita italiano. I temi principali del tour sono: salute, ambiente, spazio, cibo e nutrizione e patrimonio culturale. Attraverso le cinque sezioni, lo spirito storico e vitale del Rinascimento si distingue come una forza trainante per la ricerca e l'innovazione attuali, divenendo un modello culturale per tutto il mondo.
Dopo essere stata esposta ad Alessandria d'Egitto, Nuova Delhi, Singapore, Jakarta, Hanoi e a Canton, la mostra arriva dunque in Argentina, dove l'Italia sviluppa un'intensa collaborazione nel settore della ricerca scientifica e tecnologica. Il programma esecutivo bilaterale per la cooperazione scientifica e tecnologica finanzia 15 progetti triennali di ricerca congiunti e vi sono numerosi progetti bilaterali strategici in settori all'avanguardia: osservazione satellitare terrestre, astrofisica, medicina nucleare, scienze del mare e della terra, conservazione dei beni culturali. L'innovazione accompagna anche la collaborazione commerciale con progetti come la creazione di un polo di produzione di batterie al litio nella provincia di Jujuy.
La mostra "Italia, la Bellezza della Conoscenza" fa parte del programma "In-Genio Italiano" che, a 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, celebra le capacità creative e innovative dell'Italia. Durante queste settimane, Buenos Aires continua a ospitare numerose iniziative sulla ricerca scientifica italiana: la mostra "1519-2019: il genio di Leonardo Da Vinci - macchine e invenzioni", esposta al Barolo Basses del Barolo Palace fino al 5 del Dicembre; il seminario "Tecniche non distruttive per i beni culturali" organizzato dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, dall'Università di Bologna, dall'Università di San Martín e dall'ambasciata italiana; il "Congresso Internazionale di Medicina del Lavoro Italia-Argentina"; incontri sulla dieta mediterranea e le relazioni tra cibo e salute, in programma il 6 e il 9 dicembre presso la scuola di cucina Mauri Sebess di Vicente López; e un colloquio con il neuroscienziato Facundo Manes intitolato "Leonardo, neuroscienziato?". (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi