LA COMMISSIONE EUROPEA SCEGLIE YUFE PER CREARE L’“UNIVERSITÀ EUROPEA” DEL FUTURO: UNICA ITALIANA TOR VERGATA

LA COMMISSIONE EUROPEA SCEGLIE YUFE PER CREARE L’“UNIVERSITÀ EUROPEA” DEL FUTURO: UNICA ITALIANA TOR VERGATA

ROMA\ aise\ - YUFE (Young Universities for the Future of Europe) è una delle 17 alleanze di università europee scelte dalla Commissione Europea per sviluppare ed implementare modelli utili a delineare l’Università Europea. L’idea di YUFE, presentata all’inizio di quest’anno, ha ricevuto ora il via libera alla realizzazione del progetto: l’annuncio, pochi minuti fa a Bruxelles.
Il Professor Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ha dichiarato: “Il nostro Ateneo è orgoglioso di essere stato scelto tra i partner di questo progetto destinato a cambiare la formazione universitaria europea. Tor Vergata ha sempre puntato sull’internazionalizzazione – in Europa e fuori dall’Europa – come passaggio importante per far crescere i propri studenti. L’alleanza YUFE consentirà ai nostri studenti di vivere un’esperienza – didattica e professionale – di respiro ancora più ampio. L’obiettivo nostro e dei nostri partner è quello di dare vita entro i prossimi tre anni ad una vera e propria Fondazione dell’Università Europea”.
Il Professor Martin Paul, Presidente dell’alleanza YUFE e dell’Università di Maastricht, capofila del progetto, ha dichiarato: “La nostra alleanza, che include otto giovani università, costruirà la prima Università Europea del futuro, aperta a tutti. La nostra Università Europea metterà a disposizione degli studenti le competenze di cui hanno bisogno per risultare altamente attrattivi dal punto di vista dell’occupabilità, e disegnerà opportunità e percorsi di carriera europei utili alla società, rafforzando la nostra identità collettiva e contribuendo ad una sempre maggiore coesione della società europea”.
L’Università Europea YUFE offrirà agli studenti del futuro la possibilità di completare il proprio curriculum di studi scegliendo tra programmi offerti da ciascuno degli otto Atenei coinvolti.
Per garantire l’accesso ai servizi di tutti i partner, il network introdurrà una “YUFE student card” valida nei diversi Atenei. La lingua ufficiale dei programmi di studio sarà l’inglese, ma gli studenti che trascorreranno un periodo in una università di un altro Paese verranno incoraggiati e supportati nello studio della lingua del Paese ospitante. Quando avranno, con profitto, terminato i loro studi, gli studenti riceveranno un diploma Europeo, valido ovunque nella UE. Non solo questo diploma certificherà il percorso accademico compiuto, ma anche l’impegno nella mobilità, nell’apprendimento della lingua straniera, nel training professionale, nel job shadowing e nel volontariato.
Per garantire l’accessibilità al maggior numero di studenti possibile, YUFE lavorerà ad un campus europeo virtuale. Studenti part-time o cittadini interessati che volessero seguire – a distanza o in presenza – un singolo corso, potranno fruire dell’offerta YUFE. Per gli studenti full-time che studiano in una delle università partner ovunque in Europa, YUFE svilupperà delle soluzioni abitative atte a facilitare lo scambio culturale, il vicendevole supporto e l’integrazione con la comunità locale. Per esempio, una opzione che YUFE sta prendendo in considerazione è quella di attrezzare delle speciali unità abitative in cui gli studenti potrebbero alloggiare gratis durante il loro soggiorno, in aree di piena prossimità con la comunità locale. Questo offrirebbe loro l’opportunità di diventare parte attiva della comunità locale, promuovendo la cultura del volontariato e del mutuo sostegno in ogni città. Gli studenti YUFE saranno immediatamente immersi nella società locale e regionale così da diventare in prima persona catalizzatori di una vera integrazione europea.
Il programma YUFE presta particolare attenzione al territorio in cui i partner sono radicati. In caso di tirocinio, ad esempio, gli Atenei collaborano con le autorità locali, con il tessuto economico e sociale e con le altre istituzioni. Questo tipo di collaborazioni saranno basate su precise “sfide” di enorme importanza per i “territori YUFE”. A Roma, l’Ateneo di “Tor Vergata” si farà ponte di una cultura aperta e inclusiva, collegando in maniera forte con l’Europa un territorio che ha, al tempo stesso, grandi potenzialità – quelle di un quadrante metropolitano ad alta densità di istituzioni e centri di ricerca – e significative criticità – quelle socio-economiche di molte periferie.
Il Professor Corrado Cerruti, coordinatore per l’Università di Roma Tor Vergata dell’Alleanza YUFE, ha dichiarato: “L’offerta formativa YUFE nasce da una collaborazione che il nostro Ateneo sta sviluppando da cinque anni assieme ad altre 18 giovani università europee di eccellenza. L’obiettivo è quello di costruire un percorso formativo che faccia leva sull’eccellenza delle diverse università partner permettendo ai nostri studenti di beneficiare dello scambio di conoscenza che percorre l’Europa”.
“Il raggiungimento di questo traguardo – è il commento del Rettore di “Tor Vergata” Giuseppe Novelli – non è solo una vittoria per tutti gli Atenei coinvolti, un riconoscimento per l’enorme lavoro realizzato finora. Gli effetti, positivi e dirompenti, dell’attuazione del progetto YUFE, ricadranno sulle generazioni a venire, rendendo concreta l’aspirazione più grande dell’università: creare ponti, tracciare strade, mettere nelle mani dei nostri studenti la possibilità di diventare veramente, profondamente, cittadini europei”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi