LA FARNESINA A CONFRONTO CON I MINISTERI DEGLI ALTRI PAESI: I DATI DELL’ANNUARIO

LA FARNESINA A CONFRONTO CON I MINISTERI DEGLI ALTRI PAESI: I DATI DELL’ANNUARIO

ROMA\ aise\ - Nel terzo capitolo e ultimo capitolo dell’Annuario statistico che racconta in cifre l’attività del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale vengono illustrati i principali elementi comuni ai Ministeri degli Esteri di alcuni Paesi europei.
Questo capitolo dell’Annuario – pubblicato oggi – presenta i principali elementi comuni tra l’Italia e Francia, Germania, Regno Unito e Paesi Bassi su uffici all’estero, risorse umane e finanziarie, cooperazione allo sviluppo, contributi al bilancio delle Nazioni Unite e dell’Unione europea, numero di visti rilasciati.
Le informazioni poste a confronto riguardano, invece, la dotazione di personale (per componenti di ruolo e non di ruolo), la struttura organizzativa, le quote di bilancio (dello Stato e del Ministero degli Esteri).
La rete diplomatico-consolare italiana è composta da 301 sedi; il personale di ruolo è composto da 3637 persone; e il bilancio è di 1643 milioni di euro.
La rete più estesa è quella della Gran Bretagna, composta da 438 uffici all’estero, dove lavorano 5732 persone; il bilancio (nell’esercizio finanziario 2017/2018) era di 1870 milioni di euro.
Al secondo posto per estensione c’è la rete della Germania, composta da 386 sedi; il paese è però al primo posto sia per il personale di ruolo - 6.099 impiegati – che per il bilancio: 5.825 milioni di euro nel 2018.
C’è poi la Francia con le sue 366 sedi, 5.394 impiegati di ruolo e un bilancio da 2.872 milioni di euro.
All’ultimo posto, per estensione, la rete del Belgio composta da 153 uffici, dove lavorano 2832 persone di ruolo. Il bilancio – al netto dei contributi Ue – è stato nel 2018 di 1.232 milioni di euro.
Tante le tabelle pubblicate anche in questo capitolo dell’Annuario.
Tra queste anche quella sull’Aiuto Pubblico allo Sviluppo (Aps) che ci vede fanalino di coda con 5.005 milioni di dollari. Al primo spoto la Germania con 24.985, seguita dal Regno Unito (19.403), quindi dalla Francia (12.155) e dal Belgio (5.616). (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi