LA SETTIMANA DEL MAECI

LA SETTIMANA DEL MAECI

ROMA – focus/ aise – Giovedì scorso il Sottosegretario agli Esteri, Ricardo Merlo, ha partecipato in rappresentanza dell’Italia al Gruppo di Contatto internazionale sul Venezuela a Quito, in Ecuador.
Oltre all’Italia, presenti dall’Unione Europea Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia e Regno Unito. Per quanto riguarda l’America Latina, presenti i rappresentanti di Bolivia, Costa Rica, Ecuador ed Uruguay. I lavori sono iniziati con gli interventi di saluto del ministro degli Esteri dell’Ecuador, Josè Valencia, e dell’Alta Rappresentante della Ue, Federica Mogherini.
Tra i temi che sono stati affrontati, gli aiuti umanitari in Venezuela e, naturalmente, la possibilità di tornare a elezioni libere e democratiche.
Al termine della giornata si è tenuta una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il ministro degli Esteri ecuadoriano Valencia e l’Alta rappresentante della Ue Mogherini. “L’Italia continua a seguire con grande attenzione quanto accade in Venezuela”, assicura Merlo alla vigilia dell’incontro. “Lavoriamo, insieme agli altri Paesi del Gruppo di Contatto, per una soluzione politica, diplomatica, pacifica. La speranza per tutti coloro che nel mondo hanno a cuore i destini di un popolo in lotta per la libertà – conclude il sottosegretario - è che le potenze mondiali possano trovare, in tempi brevi, una strategia comune ad evitare una guerra civile e ulteriori sofferenze a una popolazione provata da anni di dittatura e di povertà”.
Il Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Manlio Di Stefano, ha svolto giovedì scorso una visita in Turkmenistan alla guida di una delegazione del settore privato che comprendeva rappresentanti dei settori dell’impiantistica e componentistica industriale, del petrolio e del gas, della difesa, dello spazio e delle telecomunicazioni. La delegazione imprenditoriale – riporta la Farnesina – ha accompagnato il Sottosegretario negli incontri con il Vice Primo Ministro e Ministro degli Esteri, Rashid Meredov, con il Vice Primo Ministro, Myratgeldi Meredov (gas & petrolio) e con il Presidente dell’Unione degli Industriali, Aleksandr Dadaev. Con il Ministro degli Esteri, Di Stefano ha firmato il Programma di Cooperazione fra Ministeri degli Esteri nel biennio 2019-2020. La visita – conclude il Maeci – ha consentito di rilanciare i rapporti con il Turkmenistan e consolidare il partenariato economico con un Paese ricco di risorse naturali e che offre prospettive concrete all’Italia e alla sua tecnologia industriale.
Il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Guglielmo Picchi, mercoledì scorso, ha incontrato alla Farnesina il Segretario di Stato del Ministero degli Esteri della Polonia, Szynskowski Vel Sek. Il colloquio – riporta la Farnesina in una nota – ha consentito di ricordare l’ottimo andamento dei rapporti bilaterali, sia sul piano politico che su quello economico e di passare in rassegna una serie di temi europei e internazionali, anche nell’ambito della proficua collaborazione tra i due Paesi in seno all’Unione Europea, alla NATO e all’OSCE. Picchi ha assicurato il sostegno dell’Italia alla presidenza di turno polacca del processo di Berlino sui Balcani occidentali, condividendo la priorità attribuita alla stabilità della regione. Sul piano bilaterale, il sottosegretario ha concordato con Vel Sek sulla necessità di rafforzare ulteriormente il dialogo politico, nonché le relazioni economiche e commerciali: già oggi la Polonia rappresenta il nono mercato di destinazione dell’export italiano, mentre l’Italia è il quinto fornitore e quinto cliente della Polonia a livello globale. Al riguardo, Picchi ha segnalato al suo interlocutore specifiche criticità incontrate da alcune delle imprese italiane operanti nel Paese, auspicandone il superamento. Infine, il Vice Ministro degli Esteri Emanuela Del Re ha incontrato giovedì alla Farnesina il Vice Ministro degli Esteri dell’Azerbaijan, Ramiz Hasanov. Il colloquio – riporta il Maeci – ha consentito di ribadire l’attenzione con cui il nostro Paese guarda all’Azerbaijan, solido partner sul piano politico, economico ed energetico. In particolare, è stato fatto il punto sulle prossime visite e occasioni di dialogo politico, tra cui la possibile Visita di Stato del Presidente azero in Italia in restituzione di quella effettuata dal Presidente della Repubblica lo scorso mese di luglio. Le due parti stanno inoltre lavorando per fissare a breve una data per la prossima sessione della Commissione Intergovernativa di cooperazione economica. L’interscambio bilaterale tra Italia e Azerbaijan è in costante crescita negli ultimi anni e ha raggiunto i 5,8 miliardi di euro nel 2018, confermando il ruolo dell’Italia di primo partner commerciale del Paese.
In questa occasione, Del Re ha anche espresso l’aspettativa che, a fronte di uno squilibrio strutturale della bilancia commerciale, sia possibile rafforzare gli investimenti italiani in Azerbaijan e ha fatto riferimento specifico all’interesse espresso da alcune nostre aziende. È stato infine concordato di esplorare possibili sinergie tra Italia e Azerbaijan nel campo della cooperazione allo sviluppo, tramite un accordo tra le competenti agenzie governative. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi